Abruzzo

Sisma L’Aquila, Protezione Civile a vittime, restituite soldi

La Protezione Civile ha chiesto ai famigliari delle vittime del sisma del 2009 all’Aquila la restituzione dei soldi delle provvisionali da 7,8 milioni di euro decise dal giudice dopo la condanna in primo grado dei sette componenti della Commissione Grandi Rischi, poi quasi tutti assolti in appello fatta eccezione per l’allora vicecapo della Protezione Civile, Bernardo De Bernardinis. A riportarlo è il quotidiano ‘Il Messaggero’. A distanza di poco più di una settimana dal sesto anniversario della tragedia il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, ha inviato un atto di messa in mora e intimazione di pagamento ad alcuni dei famigliari che si erano costituiti parte civile nel processo contro la Commissione Grandi Rischi. «Si invita e si diffida – si legge nell’atto – alla restituzione delle somme percepite e a corrispondere senza indugio, e comunque entro 30 giorni dal ricevimento della presente» con l’aggiunta delle spese di giustizia e degli interessi legali maturati dal momento della sentenza di primo grado fino al 28 febbraio scorso. Sull’operato della Commissione Grandi Rischi pende il ricorso in Cassazione presentato dal procuratore generale dell’ Aquila, Romolo Como, lo scorso 13 marzo, contro la sentenza di assoluzione dei suoi componenti dalle imputazioni di omicidio colposo e lesioni colpose, per aver rassicurato gli aquilani e sottovalutato il rischio di gravi terremoti.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top