Abruzzo

Il Sindaco Di Pangrazio scrive ad Alberto Angela: “Mettere in luce la straordinaria storia del Fucino”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Avezzano – “Avezzano, la Marsica e la storia del Fucino all’attenzione di ALBERTO
ANGELA per dedicare alla nostra terra una delle puntate del celebre
programma documentaristico “Ulisse. Il piacere della scoperta” – è
questo l’obiettivo della lettera che il sindaco, GIOVANNI DI PANGRAZIO,
ha scritto al conduttore della trasmissione che va in onda ogni sabato
dal 2000 su Raitre – le affascinanti vicende legate al prosciugamento
del lago del Fucino, terzo d’Italia per estensione, sono parte di un
lungo ed interessante viaggio nella storia della Marsica e della sua
gente, che ha saputo reinventarsi, partendo dal cambiamento ambientale
fino a diventare protagonista di un’epica trasformazione sociale che
avrebbe influenzato per sempre il futuro del territorio. Da pescatori a
coltivatori, la popolazione marsicana, non solo ha saputo cambiare i
propri bisogni e le risorse da cui attingere, ma ha contribuito a far
diventare la piana del Fucino, prima il “granaio di Roma” ed oggi
“l’orto d’Italia”. La nostra amministrazione, in questi anni, ha
attivato numerosi progetti per valorizzare il comparto culturale e
turistico della nostra terra, partendo dalla storia del prosciugamento
del lago, proprio perché crediamo fermamente nelle potenzialità della
nostra identità e delle testimonianze archeologiche che raccontano di
noi, come, ad esempio, i “Cunicoli di Claudio” – conclude il sindaco –
spero vivamente che Alberto Angela e i suoi collaboratori siano
interessati a raccontare al nostro Paese il viaggio che la “terra di
Silone”, ha compiuto in quegli anni, prima, durante e a seguito della
terza opera per importanza dell’ 800 che cambiò la vita di tutti”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top