Sanità

Silveri fa il punto sulla sanità provinciale ma si dimentica qualche cosuccia…

L’anniversario del terremoto aquilano è stato l’occasione per fare il punto sulla ricostruzione nella sanità. A parlare è Giancarlo Silveri, manager della Asl1 abruzzese che scatena reazioni turbolente nell’Aquilano. Ma anche da noi…

Nella Marsica, una sola struttura pubblica sanitaria per acuti, la situazione più difficile è quella strutturale e in particolare dell’ospedale di Avezzano. Mancano gli spogliatoi per infermieri e dipendenti, i bagni dei reparti sono pochi e misti (uomini-donne), sono insufficienti anche i posti auto nel parcheggio.

Alcuni importanti reparti sono in difficoltà. Neurochirurgia è aperta solo sulla carta, Emodinamica è a mezzo servizio (3 giorni a settimana).

Anche i tempi di attesa per le prestazioni sanitarie, se pur in via di miglioramento, creano ancora grossi problemi. Le prenotazioni per un ecodoppler carotideo sono bloccate fino al 2015, la risonanza magnetica necessita di tre mesi di attesa, mentre ci vogliono cento giorni per un test cardiovascolare da sforzo.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top