Cronaca e Giudiziaria

Si inizia da Gioia dei Marsi, proprio come 100 anni fa

Venerdì inizierà la serie di eventi e manifestazioni legati al Centenario del Terremoto della Marsica. E si partirà da Gioia dei Marsi, proprio come fece il terremoto quella mattina del 13 gennaio 1915. Il tragico evento che coinvolse tutta la Marsica, infatti, ebbe come epicentro la Faglia del Monte Serrone, nei pressi della frazione di Sperone. La faglia, visibile ancora oggi, è un vero e proprio monumento naturale ed è importantissima dal punto di vista geologico, scientifico e divulgativo.
L’amministrazione Comunale di Gioia dei Marsi ha quindi organizzato per il 10 e 11 ottobre 2014, una due giorni di convegni e incontri, tutti tesi ad approfondire le cause e le conseguenze di quell’evento, ma anche e soprattutto a fornire alla popolazione tutti gli strumenti necessari alla conoscenza di questo fenomeno naturale. “Quel giorno Gioia fu completamente rasa al suolo e dei suoi 3500 abitanti, ne morirono ben 2750;” – ricorda il consigliere Antonio De Ioris – “con questa manifestazione l’Amministrazione Comunale ha voluto conciliare due aspetti fondamentali : il dovere del ricordo ed il diritto al futuro, perché il terremoto non è qualcosa di negativo, ma un evento assolutamente naturale con il quale dover e saper convivere dato che l’intera Marsica ricade in una Zona Sismica di Primo Livello. E a volte lo dimentichiamo!”
Venerdì 10 ottobre la giornata sarà dedicata all’approfondimento scientifico con un convegno, che si terrà presso l’Hotel Filippone di Gioia dei Marsi e darà crediti formativi a ingegneri, architetti, geologi e geometri iscritti ai vari ordini professionali; gli interventi dei relatori verteranno sulla geologia del territorio Marsicano, le faglie che lo interessano e il terremoto del 1915. Nel pomeriggio, invece, una tavola rotonda vedrà coinvolti professori ed ingegneri esperti in materia per discutere sulla ricerca, la normativa e la cultura sismica.
Sabato 11 ottobre al mattino ci sarà una visita alla faglia del Monte Serrone ed una lezione sul luogo tenuta dal geologo e professore Enrico Miccadei. Alle 16.30, all’incontro conclusivo, oltre alla popolazione e alle amministrazioni locali, parteciperanno il Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli, il Presidente della Provincia dell’Aquila Antonio Del Corvo, il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso e il Presidente Onorario dell’Istituzione Centenario del Terremoto Gianni Letta.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top