Italia

Sì della Camera, la manovra è legge

Approvata nella tarda serata la legge di stabilità. Dopo una maratona iniziata ieri mattina alla Camera, la manovra è legge. 307 voti favorevoli e 116 i contrari. La giornata è stata concitata e non priva di colpi di scena: i grillini sono stati i veri protagonisti. Tra espulsioni dall’Aula e nuovi abbandoni, il Movimento 5 Stelle si è trovato a metà tra lo show e il terremoto. Da un lato perdeva pezzi e dall’altro era sul piede di guerra per contrastare il provvedimento in esame. I pentastellati non avevano dato particolare filo da torcere né in commissione Bilancio né durante i voti di fiducia in Senato, ma sul finire hanno alzato i toni. Si sono fatti espellere a più riprese e alla fine i grillini allontanati dall’emiciclo di Montecitorio sono stati in tutto tredici. Andando per ordine, in sette, in mattinata, hanno occupato i banchi del governo e il vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti, definendo “molto grave” il loro comportamento, li ha fatti uscire dall’Aula. Nel pomeriggio i pentastellati hanno esposto cartelli con scritto “governo d’azzardo” e “ladri di pellet”, poi una nuova occupazione dei banchi dell’esecutivo e la conseguente espulsione di altri deputati.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top