Cronaca e Giudiziaria

Sfondano la vetrina e razziano una frutteria, arrestati

Trasacco, sfondano la porta di ingresso di servizio di un negozio di frutta e verdura e svaligiano la cassa.

Trasacco – Durante la notte di Halloween la quiete del centro di Trasacco è stata turbata dall’azione delinquenziale di due extracomunitari di origine marocchina, già noti alle forze dell’ordine, i quali, sfruttando l’orario notturno, tramite l’utilizzo di un grosso masso, hanno sfondato la porta di servizio di un noto esercizio di frutta e verdura del centro marsicano. All’interno del negozio i due malviventi, oltre a prelevare generi alimentari di vario tipo, si accanivano sulla cassa dalla quale riuscivano a prelevare 600 euro.

La presenza dei due marocchini nell’esercizio non è passata inosservata, mentre i due erano ancora all’interno del negozio sono stati sorpresi con le mani nel sacco da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Luco dei Marsi, impegnata in un mirato servizio predisposto proprio per le festività al fine di reprimere reati predatori nei centri marsicani.

I marocchini, identificati negli stessi autori di un furto di autovettura, sempre commesso in Trasacco la settimana scorsa, sfociato in un tentativo di investimento di un carabiniere che tentava di fermarli ad un posto di controllo, per il quale erano già stati tratti in arresto dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Avezzano, hanno tentato una vana fuga finita poco dopo in un vicolo cieco. A finire in manette quindi per la seconda volta in una settimana sono M.E. classe 84, e M.O classe 86, già tratti in arresto nei giorni scorsi per altri reati.

La perquisizione dei due ha permesso ai carabinieri di recuperare l’intera refurtiva, che è stata restituita al commerciante.

Al termine delle specifiche operazioni i predetti venivano tratti in arresto in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, e su disposizione dell’A.G. procedente, nella persona del P.M. Dott. Guido Cocco, tradotti presso la Casa Circondariale di Avezzano.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top