Altri articoli

Sesso con minorenne, ci sarebbe anche un film hard

La Procura di Avezzano ha iscritto sette ragazzi, di cui due maggiorenni, per il reato  di atti sessuali su minori su una 14enne originaria della Marsica. Indagini ulteriori sono invece volte ad accertare l’esistenza di foto o filmati – la cui esistenza è stata confermata – e una loro successiva pubblicazione sui social network, cosa che per i maggiorenni potrebbe far scattare anche l’ipotesi di pedopornografia: gli inquirenti hanno perquisito alcune abitazioni degli indagati nei comuni di Balsorano, Civitella val Roveto, Capistrello e Morino.

«Una vicenda squallida e penosa, ma che non va ingigantita, così definiscono gli inquirenti la storia della ragazzina e dei sette indagati per atti sessuali su minori. Ma, puntualizzano, niente storie di ‘baby squillò o sfruttamenti vari. Il tutto nasce dalla denuncia della madre della 14enne ad una assistente sociale e la vicenda viene descritta come frutto anche di una degradata situazione sociale della famiglia.

Tra gli indagati ci sono due poco più che maggiorenni di origine albanese da tempo trapiantati in Italia. Film e foto, ancora da rintracciare, sarebbero frutto di una bravata nata per gioco, spiegano gli investigatori, mentre vittima e indagati non sono compagni di scuola nè residenti negli stessi comuni, ma frequentatori degli istituti scolastici di Avezzano.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top