Lavoro

Se piove a Kiev, apri l’ombrello ad Avezzano, parte seconda… sigh

Si ripropone lo stesso problema messo nero su bianco alcuni giorni fa ma con sfumature diverse; questa volta infatti è una ditta ad accusare gli effetti collaterali per una guerra. La Pagano, che si occupa di legnami e che si trova ad Oricola, a causa dei rapporti sempre più tesi tra Ucraina e Russia si è ritrovata senza delle commesse talmente importanti che, in conseguenza della loro assenza, si è deciso di mandare in mobilità i 30 dipendenti dello stabilimento marsicano. Bella fregatura.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top