Altri articoli

Scuola: addetti pulizie a rischio, sciopero e manifestazione

Manifestazione di protesta dei lavoratori cosiddetti ex Lsu (Lavoratori socialmente utili) e Appalti pubblici impegnati nei servizi di pulizia e ausiliari delle scuole abruzzesi, domani, davanti al Comune di Pescara, in occasione della seduta del Consiglio regionale, nello stesso giorno dello sciopero della categoria, proclamato da Filcams-Cgil e Fisascat-Cisl, secondo cui sono a rischio 834 posti di lavoro.

«I tagli imposti dal Governo e dal Ministero – ricordano i sindacati – incideranno pesantemente, anche nella nostra regione, sulle condizioni di vita e di lavoro di tantissime persone». I lavoratori in questione sono impegnati tra le nove e le 35 ore settimanali e percepiscono compensi che oscillano tra i 300 e gli 800 euro mensili. Rischiano di dover lavorare meno in termini di ore, di subire una riduzione del compenso o, nella peggiore delle ipotesi, di perdere il posto.

Lo sciopero e la manifestazione, sottolineano Filcams e Fisascat, serviranno per «esprimere il dissenso rispetto ai tagli delle risorse finanziarie decisi dal Governo e dal Miur, tutelare l’occupazione e il reddito, salvaguardare le condizioni igienico-sanitarie ed evitare il degrado delle scuole».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top