MarsicanewsTV

Scoperto pianeta simile alla Terra: potrebbe aver ospitato vita

kepler452b

E’ stato individuato un nuovo pianeta, simile alla terra in una zona abitabile dell’universo. Lo ha annunciato pochi giorni fa la NASA nel corso di una conferenza audio rendendo note le analisi dei dati della missione Keplero, il telescopio spaziale lanciato nel 2009. Questo pianeta, chiamato Kepler 452b, orbita intorno ad un proprio sole e nel passato, o magari anche adesso, potrebbe aver ospitato degli esseri viventi. La notizia è arrivata proprio nel giorno del ventesimo anniversario dalla scoperta del primo pianeta fuori dal nostro sistema solare.

Questo nuovo pianeta extrasolare è stato definito dalla NASA stessa come un ‘cugino’ del pianeta Terra perché ha caratteristiche molto più simili rispetto agli altri pianeti analoghi individuati. Kepler 453b, infatti, è il primo esopianeta di dimensioni simili alla Terra che orbita intorno ad un astro simile al Sole ad una distanza dalla sua stella considerata abitabile si trova nella zona abitabile, con una temperatura tale, né troppo calda né troppa fredda, da permettere la presenza di acqua. ‘Gli anni su Kepler 452B sono della stessa lunghezza che qui sulla Terra – ha spiegato Jon Jenkins, capo analista dei dati provenienti dal telescopio della Nasa – ed ha trascorso miliardi di anni intorno la zona abitabile della sua stella. Il che significa che potrebbe aver ospitato vita sulla sua superficie ad un certo punto, o potrebbe ospitarla ora.’

Kepler 452b, con un diametro misura una volta e mezza quello della Terra, ha sei miliardi di anni e la distanza che lo separa dalla sua stella è la stessa che separa il globo terrestre dal Sole, pari a circa 150 milioni di chilometri. L’esopianeta riceve il 10% in più di energia dalla sua stella, che è del 4% più grande del Sole e più vecchia di 1,5 miliardi di anni. Per compiere un giro completo intorno alla sua stella, Kepler 452b impiega 385 giorni, ma quello che gli studiosi non sono ancora riusciti a capire con certezza se questo pianeta sia roccioso o gassoso. Gli scienziati della NASA sono però convinti che Kepler 452b possa farci capire qualcosa in più su quello che sarà il futuro della Terra.

Questo nuovo pianeta però non è l’unico scoperto dal telescopio spaziale Keplero. Ci sarebbero, infatti, ha individuato oltre 4600 possibili nuovi pianeti, di cui 12, tra cui Kepler 452b, simili alla Terra. Ma il telescopio sta per tornare a casa e per saperne di più dovremmo aspettare almeno il 2017, quando un suo successore verrà lanciato nello spazio.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top