Cronaca e Giudiziaria

Sciopero intelligente arriva ad Avezzano

Nel prossimo fine settimana la Cisl Trasporti continuerà anche nella nostra Regione a raccogliere firme a sostegno della proposta di Legge di iniziativa popolare denominata “sciopero intelligente”.
Due gli appuntamenti in calendario.
Il primo è previsto Sabato 17 ad Avezzano, nei pressi della biglietteria Arpa di Piazzale Kennedy.
Sarà possibile sostenere l’iniziativa recandosi presso il banchetto della Fit dalle 14,00 alle 17,00.
Si prosegue poi nella giornata di domenica, 18 gennaio, a Francavilla, in Piazza Sirena dalle 10,30 alle 13,00.
L’obiettivo della Cisl Trasporti è quello di raggiungere le 50.000 firme necessarie a portare in Parlamento una proposta che riequilibri gli effetti oggi prodotti dagli scioperi nei servizi pubblici essenziali e dalla normativa che li regolamenta, anche al fine di ridurne il numero aumentandone l’efficacia.
Allo stato attuale lavoratori ed utenti subiscono le conseguenze negative derivanti dagli scioperi (i primi in termini di perdita di salario ed i secondi per la mancata erogazione dei servizi) mentre le Imprese, specie nel Trasporto Pubblico Locale, possono contrare sui contributi pubblici anche senza prestare i servizi, situazione economicamente favorevole alla quale si aggiunge il risparmio sui costi di gestione che derivano dall’astensione dal lavoro.
La Fit Cisl chiede in primis la gratuità dei servizi nelle cosiddette fasce garantite, ovvero nelle fasce orarie, previste per Legge a tutela del diritto alla mobilità, nelle quali i servizi devono essere erogati, oltre ad una estensione della validità degli abbonamenti per il numero di giornate sottratte al servizio dagli scioperi.
Inoltre si chiede la non corresponsione dei contributi pubblici indebitamente elargiti alle Imprese.
Il tutto renderebbe lo sciopero più efficace e rispondente ai principi costituzionali che lo regolano ed avrebbe di conseguenza una ricaduta positiva in termini di riduzione del conflitto e delle proteste a sostegno delle vertenze.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top