Abruzzo

Scambio embrioni Asl, nati a L’Aquila perchè qui eccellenza

«Alla base della scelta dei genitori, al centro del clamoroso scambio di embrioni all’ospedale Pertini di Roma, di far nascere i due gemelli a Ostetricia di L’Aquila, c’è un reparto d’eccellenza». Così in una nota della asl provinciale dell’Aquila si motiva la decisione dei genitori dei bimbi contesi di scegliere L’Aquila per far venire al mondo, domenica scorsa, i due gemelli. «La medesima espressione, struttura di eccellenza, – continua la nota – è stata usata dai genitori dei due gemellini, verso i responsabili del reparto, per indicare un alto livello di qualità, fattore rivelatosi decisivo insieme alla vicinanza con Roma». I gemellini pesavano, quasi 2 chili la femminuccia, e 2 chili e 400 il maschietto: sono venuti alla luce alle 8.58 del 3 agosto scorso con un parto cesareo eseguito dal medico di turno di Ostetricia e Ginecologia, diretta dal professor Gaspare Carta. I due bimbi sono stati assistititi «al meglio» dal reparto di Neonatologia, diretto dalla dottoressa Sandra Di Fabio, dove si registrano,ogni anno, 104 parti pre-termine. La ‘forbicè, che indica il parto prematuro, oscilla tra la 23esima e la 37esima settimana e i due neonati, al centro loro malgrado da mesi delle cronache nazionali per lo scambio di embrioni, rientravano agevolmente in questi parametri temporali. Neonatologia cura bimbi con criticità medie o gravi che richiedono trattamenti molto specialistici, alta professionalità e dove è vietato sbagliare. Neonatologia, negli ultimi anni, ha guadagnato costanti consensi, anche da altre Asl abruzzesi ma con arrivi anche dal Lazio, (nell’ordine del 15-20% della mobilità attiva).

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top