Cronaca e Giudiziaria

Scaglia ordigni esplosivi contro la casa della figlia, arrestato uomo di 92 anni

Si è recato di notte a casa della figlia ed ha scagliato contro il portone bottiglie piene di benzina, provocando un incendio. Protagonista della vicenda R.A., 92 anni, finito ieri sera agli arresti domiciliari per incendio aggravato. Il gesto risale al 25 marzo scorso, quando l’anziano piromane ha raggiunto in auto l’abitazione della figlia a Pescina ed ha scagliato contro il portone tre ordigni rudimentali, facendo così divampare il rogo. Le fiamme, accese sugli infissi della cucina, in pochi istanti hanno avvolto la facciata della villetta, penetrando all’interno. Sul posto, allertati dalla figlia e da suo marito, i vigili del fuoco e i carabinieri della locale stazione. Da quel momento erano state avviate le indagini dei carabinieri di Pescina, che attraverso un’attività informativa ed alcuni riscontri tecnici, in breve si erano strette intorno all’anziano parente già al centro di diversi dissidi legati all’eredità (penali e civili) con le parti lese. I carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Avezzano Maria Proia, su richiesta del Procuratore della Repubblica di Avezzano.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top