Cronaca e Giudiziaria

“Sant’Antonio, Sant ‘Antonio il nemico del demonio”: così si cantava per le strade di Massa D’Albe

A pochi giorni dal centenario del terremoto in cui tutta la Marsica è stata unita nel ricordo delle vittime di quel terribile evento, la nostra terra rinnova la spirito di fratellanza nel segno di un grande santo, Sant’Antonio abate, da sempre onorato in tutti i paesi marsicani. Protettore di contadini, allevatori, animali domestici e del fuoco, è uno dei santi a cui la Marsica è più devota e a cui dedica moltissime manifestazioni religiose il 17 gennaio e nei giorni precedenti. A Massa D’Albe, come in molti altri paesi vicini i festeggiamenti hanno avuto inizio ieri sera. Il complesso bandistico città di Massa D’Albe ha girato per le vie del paese per annunciare, secondo la tradizione, l’arrivo della festa di Sant’Antonio. Un’allegra combriccola di giovanissimi ha allietato il pomeriggio del piccolo paese alla pendici del Velino, con la melodia degli strumenti e delle voci, intonando una della canzoni dedicata al santo. Ad aprire il corteo c’era un giovane e moderno Sant’Antonio che raccoglieva le offerte del popolo. I festeggiamenti continueranno oggi con la messa presso la chiesa Santa Maria di Corona al termine della quale le persone potranno mangiare i panini farciti con prodotti genuini del posto. Portare avanti le tradizioni assicura il ricordo presso i posteri di un passato che si fa sempre più lontano, e che come è accaduto ieri a Massa D’Albe, va affidato ai giovani, i depositari della memoria del popolo.

1 Comment

1 Comment

  1. Carlo Chicarella

    Carlo Chicarella

    17 gennaio 2015 at 12:32

    Bravissimi Complimenti!!! 🙂 🙂 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top