Cronaca e Giudiziaria

Santa Croce: ‘salvi’ 40 lavoratori su 75, ma il futuro è ancora incerto

Fai Cisl e Uila Uil Abruzzo chiedono che la Regione leghi al mantenimento dei livelli occupazionali la concessione all’imbottigliamento dell’acqua alla società Santa Croce.

La richiesta giunge dopo l’ultimo incontro che, secondo i sindacati, non ha sciolto i dubbi sul futuro dello stabilimento visto che la società potrà “mantenere al massimo 40 lavoratori, sui 75 attuali, nello stabilimento di Canistro, e le somme messe sul tavolo della trattativa per l’esodo incentivato sono esigue, con il rischio che sfumi anche questa opportunità”.

“In alternativa – secondo i sindacati -, si potrebbe procedere alla proroga temporanea della concessione, per due anni al massimo, in attesa della presentazione di un vero piano industriale, che preveda investimenti su Canistro, in particolare sul settore commerciale, di cui l’azienda al momento è sguarnita, oltre che sulla differenziazione del prodotto”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top