Attualità

Santa Croce, pronto il sequestro. Lolli in Procura


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Canistro – Continua il braccio di ferro tra la Regione Abruzzo e la società Santa Croce Spa. Dopo l’incontro di ieri in Procura, il vice presidente della Regione Giovanni Lolli ha incontrato i dipendenti dello stabilimento i quali hanno annunciato di continuare lo sciopero ribadendo il versamento delle somme a loro spettanti per contratto, in seguito alle procedure di mobilità avviate dall’azienda, che porteranno al licenziamento di 75 dipendenti entro la fine del mese. Per fare chiarezza sull’intricata vicenda, la Procura di Avezzano ha aperto un’inchiesta, in seguito all’imbottigliamento dell’acqua da parte della società dopo la scadenza della concessione avvenuta nel 2015. Per questa ragione il vicepresidente della Regione insieme alle autorità giudiziarie e al sindaco di Canistro Angelo Di Paolo, hanno predisposto per oggi un atto di sequestro delle bottiglie. Intanto i carabinieri hanno avviato un’indagine effettuando controlli a tappeto in tutti i supermercati, in seguito all’imbottigliamento dell’acqua molisana venduta con il marchio “Santa Croce”, ma stando ai primi riscontri, le bottiglie sono in commercio a norma di legge, essendo evidenziata sulle etichette la reale provenienza dell’acqua.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top