Abruzzo

Sanita’: Pagano, D’Alfonso bluff elettorale

“La Regione del Presidente D’Alfonso e’ solo un concentrato di promesse e annunci con effetti speciali. Le conferme le abbiamo quotidianamente. Dalla sanita’ all’attivita’ legislativa: persino sui punti nascita, D’Alfonso e Paolucci avevano promesso di rivoluzionare tutto e invece fino ad oggi solo chiacchiere”. Lo afferma il Presidente regionale di Forza Italia, Nazario Pagano, che torna sulle questioni della sanita’ abruzzese proposte dal governo regionale. “Sorprende, infatti, il primario del dipartimento materno-infantile dell’ospedale di Ortona costretto a denunciare pubblicamente il “bluff elettorale” di Luciano D’Alfonso e Silvio Paolucci rifilato ai cittadini dell’area ortonese. Oppure le dichiarazioni del Consigliere regionale Luciano Monticelli che smentiscono l’operato della Giunta regionale sulla gestione dei punti nascita. La realta’ oggi e’ un’altra: con D’Alfonso la Regione sta scivolando nel baratro. Come si puo’ annunciare, ad esempio, di costruire un nuovo ospedale tra Chieti e Pescara senza avere in mano una reale programmazione della sanita’ regionale e senza fondi”. “Gli ultimi due Consigli regionali celebrati a Pescara – aggiunge Pagano – si sono contraddistinti, soltanto per interrogazioni e interpellanze. Il caos che regna anche negli uffici regionali nei quali, il nuovo assetto proposto da D’Alfonso, ha praticamente mandato in tilt le direzioni che oggi operano senza programmazione”. “Il Presidente D’Alfonso – incalza il presidente regionale di Forza Italia – anziche’ macinare chilometri e chilometri tutto il giorno come se fosse ancora in campagna elettorale, dovrebbe fermarsi: gli consiglio di leggere lo Statuto regionale e, con un pizzico di volonta’, armonizzarlo con l’articolo 117 della Costituzione per capire cosa dovrebbe fare lui per la Regione Abruzzo senza appellarsi a Santi, Beati e Patrioti: loro la storia l’hanno gia’ scritta e anche con ottimi risultati”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top