Cronaca e Giudiziaria

San Lidano torna nella sua Civita d’Antino

Domenica 14 settembre, per la terza volta in nove secoli, la venerata reliquia di San Lidano Abate, patrono di Sezze (LT), tornerà, anche se per un solo giorno, nel paese natale di Civita d’Antino, l’antica ‘Civitas Antena’ dove il santo nacque intorno al 1030.
Una tradizione avviata nel 2004 -quando l’evento venne suggellato da uno speciale annullo filatelico- che si decise di perpetrare con cadenza quinquennale e che per l’edizione 2014 vede in prima fila l’impegno dell’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Sara Cicchinelli e dalle parrocchie di Civita D’Antino e Pero dei Santi uniti da una stretta collaborazione con la diocesi di Sora e con il comune di Sezze. Nato a Civita d’Antino, Lidano raggiunse infatti Sezze nel 1046 dove divenne abate del monastero benedettino da lui edificato e dove morì nel 1118.
Il busto e la reliquia in esso contenuta, ovvero il cranio del santo, giungeranno a Pero dei Santi intorno alle 9.30 dove riceveranno l’accoglienza di fedeli, autorità civili e religiose. Da lì si snoderà per le vie del paese una processione che giungerà fino alla parrocchia dedicata al santo ove alle 10.00 Monsignor Gerardo Antonazzo, Vescovo della diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo, celebrerà la funzione religiosa animata dalla Corale del Centro Studi “San Carlo da Sezze”, diretta dal M°Bruno Soscia, e dai cori parrocchiali.
Nel pomeriggio quindi la reliquia verrà condotta a Civita d’Antino dove, ad una seconda processione, farà seguito alle 16.00 una celebrazione eucaristica presieduta dal Rev.mo delegato del Vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno.
La solenne benedizione chiuderà l’importante avvenimento con un arrivederci al 2019.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top