Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

Salta il consiglio sul piano regolatore, scontro politico a Trasacco


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Sospesa e rinviata la seduta del consiglio comunale straordinario in cui si doveva approvare il nuovo piano regolatore di Trasacco.

A Trasacco è dal 2002 che non si approva un nuovo piano regolatore e pertanto il sindaco, Mario Quaglieri, aveva chiamato tutta la cittadinanza a partecipare.

La seduta però è stata interrotta dal presidente del consiglio comunale, Duilio Blasetti, subito dopo le relazioni degli assessori Gino Fosca e Roberto Salvi. La motivazione è stata quella dell’assenza del consigliere di maggioranza Jacopo Angelini.

2 Comments

2 Comments

  1. Antonella

    25 marzo 2014 at 12:36

    Il trafiletto riporta diversi errori ed imprecisioni.

    Il nuovo PRG NON doveva essere approvato, ma “adottato”. Non è compito del Consiglio comunale “approvare”. La cittadinanza non è stata chiamata per “approvarlo” insieme al sindaco, visto e considerato che non ci può essere in alcun modo l’interazione con la platea. All’evento è stata data una rilevanza che aveva altri scopi. Ecco perché l’invito pubblico, visto che solitamente si fa tutto abbastanza alla chetichella.

    Ad onor del vero, la seduta non è stata interrotta dal presidente Duilio Blasetti dopo l’intervento dei consiglieri citati, bensì imposta dal presidente Blasetti ancor prima. L’opposizione ha fatto notare subito che i ruoli e i poteri non erano stati affatto rispettati. La sospensione doveva essere richiesta dal capogruppo di maggioranza. Cito testualmente la risposta del signor Blasetti: “Il presidente sono io e quindi decido io. Ora sospendo il consiglio”.

    Il Regolamento del consiglio prevede che il presidente ha potere di sospendere la seduta per motivi di ordine pubblico. Domenica mattina non c’è stato alcun motivo di ordine pubblico che richiedesse l’intervento impositivo del presidente.

    La discussione assai infelice che si stava generando, con ogni probabilità ha indotto responsabilmente il capogruppo Gino Fosca a seguire la corretta procedura ed ha richiesto la sospensione del consiglio straordinario. Nel momento in cui si è alzato per chiedere la parola, il signor Fosca non è stato facilitato dal signor Blasetti. L’atto di responsabilità ha avuto la meglio, fortuna per loro.

    Quello che è successo, quindi, è un po’ diverso da quello che avete scritto con 4 parole. Sono stati commessi degli illeciti ben precisi.
    Anche il diritto di cronaca e l’etica giornalistica avrebbero dovuto avere la meglio. Fortuna sempre per loro, sfortuna per gli altri.

  2. nancy

    25 marzo 2014 at 23:33

    Presente alla seduta consiliare, confermo l’andamento dei fatti così come riportati nel commento precedente.

    La superficialità è una cosa seria.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top