Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Cultura

Ruolo cattivo per Corrado Oddi, l’attore è protagonista sul piccolo schermo


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Attore principale del nuovo documentario “Il clan dei Marsigliesi” di Alessandro Chiappetta, prodotto da Rai Storia per il ciclo “Diario Civile” con la regia di Graziano Conversano, Corrado Oddi, attore avezzanese, torna a vestire i panni di un cattivo dopo il Giuseppe Lombardi di “Squadra Antimafia 6” al fianco di Marco Bocci, Ana Caterina Morariu e Giulia Michelin. Corrado interpreta stavolta il ruolo di un criminale d’altri tempi, Maffeo Bellicini, boss del pericoloso clan che ha terrorizzato l’Italia tra gli anni ’60 e ’70. La produzione tv ha voluto Oddi nel cast per il ruolo protagonista dopo un’accurata selezione fotografica che lo ha scoperto somigliante al Bellicini, uno dei maggiori ricercati d’Italia del secolo scorso. Il documentario che andrà in onda mercoledì 18 maggio, ore 21,30 su Rai Storia, introdotto da una presentazione di Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia, ha costituito un’esperienza definita dall’attore emozionante in tutti i suoi sviluppi. Il racconto ripercorre la storia del gruppo criminale sin dalle sue origini nella Marsiglia degli anni ’60 allora caratterizzata da un’intensa attività malavitosa (basti pensare ai movimenti illeciti della “French Connection” che tra il 1945 ed il 1970 spalancarono le porte al traffico di eroina negli Stati Uniti), attraverso i momenti più intensi di una stagione ventennale che ha terrorizzato l’Italia tra le cittá di Roma e Milano.

I membri del clan furono i capostipiti di un nuovo modo di concepire la malavita in Italia, si comportarono infatti come fossero gangster americani ed agirono sfruttando principalmente la strategia delle rapine e dei sequestri, tecniche criminali che gli fruttarono oltre quattro miliardi di lire spesso destinati illegalmente a scopi politici ed alla massoneria come ricorda oggi in una riflessione il famoso gioielliere Gianni Bulgari, la cui azienda fu vittima del clan nella serie di sequestri capitolini tra il 1975 ed il 1978. Tra le caratteristiche che contraddistinsero i Marsigliesi ci furono l’alto tenore di vita e l’aspetto distinto che nascondeva la ferocia con cui commettevano i loro crimini. Le vicende che videro coinvolta l’organizzazione si conclusero negli anni ’70 tra inchieste e processi che inchiodarono i francesi ed i loro alleati italiani e li condannarono all’ergastolo. La puntata in onda mercoledì sarà arricchita dalle testimonianze di illustri personaggi quali i giudici Ferdinando Imposimato e Otello Lupacchini, i giornalisti Pasquale Ragone e Raffaella Notariale e l’agente sotto copertura Nicola Longo, protagonista nelle operazioni che condussero all’arresto dei Marsigliesi. Una settimana ricca di appuntamenti per i telespettatori che hanno potuto seguire Corrado Oddi sul piccolo schermo anche nella serata di ieri, l’attore, infatti, ha inero retato il ruolo di un direttore sanitario nella serie “Romanzo siciliano” del regista L. Pellagrino, la cui prima puntata è andata in onda su canale 5 dalle ore 21,10.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top