Giudiziaria

Rubavano preziosi in casa per venderli a gioielliera, pena patteggiata

Avezzano – Rubavano gioielli e monili d’oro ai genitori per poi rivenderli, sottocosto, alla titolare di una gioielleria di Avezzano. Sono ragazzi di 14-15 anni di Avezzano che, per un certo periodo, hanno trafugato da casa i preziosi per consegnarli, dietro pagamento in contanti, alla gioielleria che poi provveda a fondere l’oro. Ad insospettire un genitore, che dopo aver messo alle strette il figlio si è fatto confessare tutto, sono state le centinaia di euro che ha trovato in tasca al minore. La denuncia è stata presentata alla Procura della Repubblica del tribunale di Avezzano che dopo le indagini ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio per ricettazione della titolare della gioielleria. Questa mattina la donna è comparsa dinanzi al giudice monocratico patteggiando una pena di due mesi di reclusione e 200 euro di multa. Altri genitori hanno presentato analoghe denuncia alla Procura e per esse sono ancora in corso i procedimenti.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top