Attualità

Rom occupa casa di nordafricana: scattano proteste della destra, sindaco annuncia dossier (FOTO)

“Sono entrata in un’abitazione non di mia proprietà ma l’ho fatto perché era aperta e disabitata da mesi e lo testimoniano le condizioni di abbandono e le bollette pari a zero euro dell’ultimo periodo”. Lo ha dichiarato Rosa, figlia di un rom e di una donna romana, che nei giorni scorsi ha occupato un’abitazione di Avezzano, assegnata dall’Ater ad una donna nordafricana sposata con un uomo, residente in un paese della Marsica. La giovane, che ha una figlia di 6 mesi, viveva in 70 metri quadrati sotto l’appartamento occupato, insieme alla figlia, alle sorelle e ai genitori. “Appena ci siamo resi conto che la casa era abbandonata – ha precisato la ragazza madre- sono entrata e, insieme a mio padre, l’ho pulita portando via alcune cose e contestualmente mi sono autodenunciata e – conclude mostrando un foglio con le firme di alcuni condomini – ho reso noto che gli assegnatari non si vedevano da mesi”.

Nell’autodenuncia depositata ai carabinieri di Avezzano è verbalizzata anche una presunta aggressione subita e messa in atto dal marito della nordafricana. “Occupare una casa è un atto incivile che va condannato – ha sostenuto il sindaco di Avezzano Giovanni Di Pangrazio – ma non bisogna associare Avezzano al far west. Questo fenomeno, – ha concluso il sindaco -,  in molte parti d’Italia, è sempre più frequente e andrebbe risolto con una modifica alla legge”. Questa mattina, in relazione alla vicenda, si sono riuniti in Via Piersanti Mattarella anche una ventina di attivisti di Forza Nuova per esprimere il loro dissenso dichiarando di tornare a manifestare sotto la palazzina, dove risiedono perlopiù persone di origine straniera, dopo le festività di pasqua. Infine, il sindaco di Avezzano ha fatto sapere di aver incaricato gli uffici competenti di formare un dossier che accerti se ad Avezzano esistono altre situazioni del genere.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top