Connect with us

Ultim'ora

Roccaraso, l’Istituto alberghiero si difende: “Sul blitz del Nas, alcune precisazioni”

Pubblicato

on

La nomina della scuola infangata da notizie poco precise. “Una doverosa precisazione a tutela dell’immagine dell’Istituto e della professionalità degli studenti che da qui escono, che hanno conquistato molte ‘stelle’ in giro per il mondo, non solo da Michelin”. L’Istituto alberghiero di Roccaraso ‘E .De  Panfilis’, a seguito delle notizie apparse sugli organi di stampa, atte a riportare il ‘blitz’ effettuato dai Carabinieri dei NAS e da personale ASL nei locali della struttura, dice la sua. “Ciò che è stato riportato non rappresenterebbe – secondo il dirigente scolastico, Maria Paola De Angelis, autore di una nota di precisazioni – in modo obiettivo quanto accaduto”.

I laboratori oggetto delle verifiche in corso, sono stati realizzati 40 anni or sono, e da tale data sono costantemente monitorati dalle autorità competenti, che mai, hanno sollevato rilievi. “Si tratta di laboratori  – si legge nella nota divulgata – utilizzati per esclusiva finalità didattica, senza alcuna connessione con attività commerciali, cui si riferisce la violazione della normativa contestata nei rilievi; la norma infatti, di non facile lettura, sembra assimilare tali laboratori ad attività commerciali, richiedendone la registrazione”.

“Tale adempimento burocratico  – si legge ancora nella nota – peraltro non era mai stato richiesto nel corso degli anni, da alcuna delle Autorità che hanno relazioni costanti con l’Istituto. Pertanto i NAS,  hanno riscontrato sostanzialmente un mancato adempimento burocratico, rispetto al quale l’Istituto provvederà quanto prima alla regolarizzazione, tenuto anche conto che i Laboratori della scuola saranno tutti completamente ristrutturati in seguito all’appalto post-terremoto. Vanno inoltre rassicurati i genitori dei bambini della scuola dell’infanzia di Rivisondoli, per i quali l’Alberghiero provvede temporaneamente alla preparazione dei pasti per la mensa contro mero rimborso dei costi delle derrate alimentari, in quanto tali pasti vengono preparati nella cucina del Convitto e non nei laboratori della scuola”.

La cucina del Convitto, invece, risulta regolarmente autorizzata, come rilevato anche dal controllo degli stessi NAS. “Le notizie inesatte, di cui non si conosce la fonte, non possono che determinare incertezza e un danno complessivo al territorio, che da sempre invece vede una solidarietà tra i comuni e le scuole dell’Istituto Omnicomprensivo, collaborazione che è fondamentale mantenere e che ha già consentito il mantenimento della struttura amministrativa comune e un vantaggio per tutte le collettività, che possono vantare – con minimi spostamenti – un servizio in territori di montagna sempre più soggetti a chiusure delle realtà scolastiche”, questa la conclusione.

Leggi anche: http://marsicanews.com/roccaraso-il-nas-mette-a-soqquadro-listituto-alberghiero-locale/

Avezzano

Trovata rotta la statua della Madonnina di via Palmiro Togliatti ad Avezzano

Pubblicato

on

Avezzano – La statua della Madonnina di via Palmiro Togliatti è stata trovata rotta questa mattina. L’immagine sacra si trova nella piazzetta che collega via Togliatti a via La Malfa, nella zona nord della città. Una croce celeste custodisce ai suoi piedi una piccola statua raffigurante la Vergine Maria. Questa mattina un cittadino ha notato che la statua era rotta alla base. Un incidente o un atto voluto? Non è dato saperlo. Tanta l’indignazione tra i residenti del popoloso quartiere avezzanese.

Continua a leggere

Attualità

Taglio del nastro per la scuola Santa Barbara di Capistrello. Annunciati lavori alla materna Firenze e alla palestra della Sabin

Pubblicato

on

Capistrello – Taglio del nastro per la scuola Santa Barbara di Capistrello. La cerimonia, ieri mattina, alla presenza di insegnanti, genitori e naturalmente i piccoli alunni della città, ha sancito l’inizio dell’anno scolastico per gli scolari della materna. La struttura era stata chiusa per effettuare lavori di adeguamento e miglioramento sismico: rinforzo strutturale dei pilastri con incamiciatura in acciaio, montaggio di dissipatori che in caso di sisma assorbono l’energia, fibre di carbonio per il rinforzo delle travi, ripristino della funzionalità degli impianti esistenti e soprattutto un tetto più leggero realizzato in legno lamellare e onduline in sostituzione della struttura in cemento armato che è stata demolita. L’edificio, adeguato ai nuovi standard dell’edilizia scolastica, è ora anche più bello e confortevole.

Un altro traguardo raggiunto, dopo l’inaugurazione della Sabin [Leggi qui], per l’Amministrazione cittadina che, però, è già pronta per due nuovi obiettivi. Il sindaco, Francesco Ciciotti ha, infatti, annunciato la riqualificazione della scuola materna Firenze e la ripresa dei lavori alla palestra della scuola media Sabin, entrambi finanziati dalle casse del Comune per un importo non inferiore a 600 mila euro.

Ammontano a oltre 1 milione e 300mila euro i fondi comunali impiegati per l’adeguamento delle strutture scolastiche. L’Amministrazione Ciciotti raggiunge, così, il primato di aver finalmente risolto l’annoso problema della sicurezza negli istituti scolastici, fino a qualche tempo fa considerata solo un miraggio. “Abbiamo preso un impegno l’anno scorso – hanno detto il primo cittadino, Francesco Ciciotti, e gli assessori Geltrude Scatena e Moreno Persia e lo abbiamo rispettato e onorato nei tempi. Lo sforzo per realizzare tutto questo è stato immenso, sia in termini economici che organizzativi. Oggi però abbiamo scuole sicure, adeguate sismicamente e a misura di studente: questa è la nostra più grande soddisfazione”.

Continua a leggere

Attualità

Busto Camillo Corradini, Lions Club: collocazione sia più idonea, ma che fine ha fatto la targa?

Pubblicato

on

Avezzano – Dopo le polemiche sulla nuova collocazione del busto di Camillo Corradini e il mistero, non ancora risolto sulla scomparsa della targa, il Lions Club di Avezzano interviene sulla questione con una nota inviata alla stampa.“Il busto di Camillo Corradini, prima scomparso e poi riapparso, collocato però in un luogo diverso dall’originario, ha creato un ampio dibattito, sicuramente producente perchè ha fatto conoscere ancor più la figura di questo illustre e benemerito cittadino avezzanese, ma ha anche creato un tantino di confusione riguardo alla vera paternità dell’iniziativa. Come già avvenuto con le amministrazioni che si sono succedute, dal 2005 il Lions Club Avezzano ha donato alla città cinque busti, l’ultimo nel 2013, quando il Comune di Avezzano dopo specifica richiesta concesse l’autorizzazione di collocare, di fronte alla fontana di piazza Risorgimento, il busto di Camillo Corradini. Per i lavori di restyling della fontana e della piazza circostante, il busto venne rimosso e successivamente ricollocato nel lato destro dell’ingresso della scuola media sempre intestata a Corradini. Tutta l’operazione è avvenuta all’insaputa del Lions Club – sottolinea l’associazione avezzanese – che in qualche modo si era sostituito all’ente comunale nel dare un meritato e tangibile riconoscimento ad un illustre cittadino, che tanto si prodigò nella ricostruzione di Avezzano dopo il tragico terremoto del 1915. Non solo il busto è stato collocato in un punto non idoneo, a nostro parere, ma anche da parte di tantissimi cittadini avezzanesi, ma sono addirittura scomparse le targhe dove vi erano riportate una breve storia di Corradini e la data dell’evento e gli sponsor, che avevano contribuito alla realizzazione dell’opera – tuona il Lions Club – A nostro modesto avviso, il piedistallo e il busto di Corradini, andrebbero invece ricollocati più in là, verso lo spazio adiacente l’ingresso della palestra, che delimita i confini tra gli istituti Corradini e Fermi, magari con il volto rivolto verso l’edificio scolastico. Infatti, il manufatto dove è adesso risulta ingombrante e rende le panchine meno capienti e scomode. Fatto curioso, infine, sul muro dietro al busto di Corradini, come un presagio, vi è scritto “Io non c’ero”. Una imprecazione che si trova lì per caso o proviene…dall’aldilà?”.

Continua a leggere

Boxe

I campioni olimpici Clemente Russo e Vincenzo Mangiacapre arrivano a Civitella Roveto

Pubblicato

on

Civitella Roveto – Venerdì 12 ottobre, dalle 15,30, presso la palestra Sauli Boxe di Civitella Roveto, prenderanno parte ad una sessione di allenamento due grandi campioni olimpici del calibro di Clemente Russo e Vincenzo Mangiacapre. Sarà presente agli allenamenti anche la Società del maestro Andrea Gabbanelli con la supervisione del maestro Giuseppe Foglia, tecnico delle Fiamme Azzurre, oltre a tanti talenti della Sauli Boxe con il maestro e vanto nazionale Giuseppe Sauli. Seguirà il saluto dell’Assessore alla Cultura e allo Sport Avv. Pierluigi Oddi per il benvenuto a due grandi campioni.

Continua a leggere

Attualità

Giornata ecologica, appuntamento sul Monte Salviano

Pubblicato

on

Avezzano – Continuano le giornate ecologiche organizzate dall’assessorato all’Ambiente a guida di Crescenzo Presutti. L’evento è in agenda per domenica 14 ottobre.

L’azienda Tekneko fornirà guanti e altri materiali per la raccolta in massima sicurezza. Parteciperanno numerose associazioni del territorio che si sono già rese disponibili per la co-organizzazione della giornata.

Continua a leggere

Attualità

Riqualificazione Piazza Torlonia, sabato l’inaugurazione

Pubblicato

on

Avezzano – È iniziato il conto alla rovescia per il tanto atteso taglio del nastro della nuova e bella Piazza Torlonia. Nuovi alberi, piante verdi, viali riqualificati e prato curato ma anche un sicuro e totalmente rinnovato parco giochi.

Per l’occasione ci saranno tante divertenti attrazioni, con mangiafuoco, trampolieri e bolle di sapone.

Per i più piccoli zucchero filato e caramelle. L’appuntamento è per sabato 13 ottobre alle 15:30.

Continua a leggere

Attualità

Impianto di compostaggio di Massa d’Albe, l’assessore Berardinetti scrive al dipartimento di Igiene e prevenzione della Asl e all’ARTA

Pubblicato

on

Massa d’Albe – Sono ormai mesi che i cittadini di Magliano, Massa d’Albe e Scurcola Marsicana lamentano un cattivo odore proveniente dalla centrale situata lungo la provinciale. Per questo l’assessore regionale, Lorenzo Berardinetti, ha rivolto un appello alle autorità preposte affinchè si monitorizzi la situazione.

“Da mesi mi arrivano lamentele e rimostranze per il cattivo odore proveniente dall’impianto di compostaggio che si trova nel territorio del Comune di Massa d’Albe”, ha evidenziato Berardinetti, “In tanti tra i residenti di Massa d’Albe, Magliano dei Marsi, Scurcola Marsicana e in ultimo anche di Avezzano mi hanno chiesto di farmi parte attiva perché gli enti preposti intensifichino i controlli e le verifiche “sul campo” a garanzia del buon funzionamento dell’impianto di compostaggio e a tutela del territorio e della salute della popolazione”.

Berardinetti ha chiesto al dipartimento di Igiene e prevenzione della Asl e alla agenzia regionale per la tutela dell’ambiente “di effettuare con maggiore frequenza i controlli di competenza e di installare in prossimità dei centri abitati e di funzioni sensibili idonee centraline di rilevamento che possano registrare e attestare le sostanze, e i relativi valori, presenti nell’aria”.

L’assessore regionale si è detto certo che verrà compresa dai tecnici chiamati in causa “la delicatezza della situazione e il clima di preoccupazione che si è creato tra i residenti” e ha chiesto ai vertici dei due organi interessati di fornirgli quanto prima copia degli atti relativi agli accorgimenti usati e alla campagna di monitoraggio effettuata nell’area interessata.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com