Cronaca e Giudiziaria

Rocca di Mezzo, un successone per i narcisi…

Un grosso camaleonte verde e bianco, simbolo della capacità dell’uomo di adattarsi agli eventi, realizzato con migliaia di fiori, si è aggiudicato ieri il primo premio della 68ª edizione della Festa del Narciso di Rocca di Mezzo. La manifestazione, che si è svolta nel pomeriggio, ha raccolto migliaia di visitatori arrivati da tutto l’Abruzzo e anche da fuori regione.

Quattro carri allegorici, interamente realizzati con i narcisi dai borghi di Ovindoli, Rocca di Mezzo, Rocca di Cambio, Fontavignone, si sono ritrovati intorno alle 15 in una vera e propria «cittadella del narciso» composta da quattro tensostrutture, realizzate in località Aia della Fonte, prima di dare inizio alla tradizionale sfilata.

La manifestazione è stata curata dalla rinnovata Pro loco, al lavoro per la buona riuscita della festa già da diversi mesi, in collaborazione con il Comitato promotore del narciso e l’amministrazione comunale. Al secondo posto si è piazzato il carro con la rappresentazione di Nelson Mandela, primo presidente sudafricano a essere eletto dopo la fine dell’apartheid e premio Nobel per la Pace nel 1993, dal titolo «Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso». Terzo e quarto posto per i carri di «Mary Poppins» e «Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità» che rappresentava il primo sbarco sulla luna con una bandiera della pace a posto di quella americana. 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top