Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Cultura

Rocca di Mezzo, continua il successo della Festa del Narciso (FOTO)


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Giornata piena di colori quella che si è avuta domenica 29 maggio a Rocca di Mezzo in occasione della settantesima edizione della Festa del Narciso. La sfilata ha avuto inizio alle ore 15 con l’esibizione del carro fuori concorso “Compagnia del Narciso”. In onore della prestigiosa edizione il coro “Il Narciso” ha omaggiato la festa riportando sulla scena un carro “della tradizione” e un famoso repertorio artistico. Quest’anno in concorso quattro carri, opera di gruppi provenienti tutti da Rocca di Mezzo, a differenza delle precedenti edizioni in cui hanno sfilato carri realizzati dalle frazioni, o dai paesi limitrofi come Rocca di Cambio od Ovindoli. Di scena la Compagnia Nuova Generazione con il carro “Siamo colore, siamo emozione”, riproducendo un colorato colibrì, creato, secondo la tradizione, dagli Dei come messaggero, portavoce di sogni e desideri altrui.Un inno alla vita. La compagnia de I Finti Tonti, con “La classe non è acqua – Il Medinitali”, invece, ha voluto omaggiare il paese della seconda metà del secolo scorso, apprezzato in tutto il mondo per l’operosità nei settori delle quattro A, Automobili, Abbigliamento, Arredamenti e Alimentari. Difendere l’eccellenza italiana, tutelarla, costituisce un dovere di tutti, questo il messaggio che i protagonisti han voluto trasmettere.

Spirito più artistico, quello di Pianezza e compagnia bella, che con il terzo carro “Van Gogh, che vuol dire essere pazzo?” ha riadattato la storia del pittore Van Gogh, e ha portato il pubblico presente a riflettere sulla pazzia del genio, autore di opere amate dai più. Il gruppo si è chiesto come sia possibile che questa personalità così particolare, che oggi giorno verrebbe  solo posta ai margini della società, possa essere definita pazza. Solo i pazzi hanno spiccate capacità di trasmettere emozioni e parlarne? L’ultimo carro a sfilare è stato “Bella è la vita” della Compagnia Terranostra che ha omaggiato il cantante italiano Renato Zero, riproducendo sue canzoni e riprendendo appieno le idee che  il cantautore nel corso della sua carriera ha comunicato ai suoi fan. Alla manifestazione presenti come di consueto il sindaco di Rocca di Mezzo, Mauro Di Ciccio, tutta l’amministrazione comunale, e ospite d’onore l’ex presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, ormai nota personalità sull’Altopiano delle Rocche. Nuovo regolamento per questa edizione, una giuria tecnica che ha palesato il proprio voto con apposite lavagnette e una giuria popolare che ha espresso con cartoline le proprie preferenze.

Di seguito la classifica:

La giuria popolare ha premiato:

1. Van Gogh
2. Siamo colore, siamo emozione
3. La classe non è acqua
4. Bella è la vita

La giuria tecnica ha premiato:

1. Siamo colore, siamo emozione
2. Van Gogh
3. La classe non è acqua
4. Bella è la vita

Foto di Paolo Colucci

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top