Cultura

“Ritorno sulla via del latte”, l’associazione “Mapuche” racconta le curiosità dell’evento

Avezzano – Il prossimo 29 ottobre si svolgerà l’evento “Ritorno sulla via del latte” a cura dell’associazione giovanile “Mapuche” di Cese dei Marsi, piccolo borgo frazione di Avezzano. Una giornata di trekking, memorie e genuinità, volta a riscoprire le radici del territorio. Alle ore 9.30 è previsto il raduno a Cese con annessa dimostrazione di mungitura tradizionale, mentre alle ore 10.30 si partirà alla volta del percorso del Salviano in compagnia delle “lattaròle”. Durante tutto il tragitto verranno raccontate storie e memorie di chi quell’esperienza l’ha vissuta personalmente. È il presidente dell’associazione, Fernando Alfonsi, ad illustrare la genesi e lo spirito dell’iniziativa.

“L’iniziativa nasce dall’interesse dell’associazione Mapuche al territorio ed alle tradizioni popolari che ci caratterizzano”, spiega il Presidente, ” La Marsica e la zona Palentina hanno una lunga storia di tipo rurale costituita dall’agricoltura e dall’allevamento. Particolarità che contraddistingueva Cese, era quella della produzione del latte di altissima qualità che le donne del paese, poi, andavano a vendere ad Avezzano. Ogni giorno, queste signore, appunto le lattaròle, percorrevano il sentiero montano che, attraversando la Pietraquaria, le portava nelle case e nelle attività avezzanesi, dove vendevano il loro latte. Tale attività ha avuto luogo fino agli inizi degli anni ’60, prima che le lattaròle iniziassero ad utilizzare autobus o camioncini propri per gli spostamenti. Questo evento dunque, nasce dalla voglia di dare la possibilità di rivivere tali esperienze a chi già le conosce e di far vivere le stesse a chi non ha avuto l’opportunità di farlo in prima persona, attraverso una rievocazione storico-culturale di una giornata tipica di una lattaròla. Verrà allestita una stalla dove degli esperti mungeranno a mano le mucche. Verrà fatto vedere come si ottengono, dallo stesso latte, i prodotti alimentari tipici, come ad esempio il burro. In seguito si percorrerà la via del latte potendo ammirare i costumi e le attrezzature tipiche delle lattaròle che ci accompagneranno e raccontandoci molte cose interessanti sull’argomento. A fine della camminata l’associazione Mapuche ha organizzato un pranzo a km 0 cioè con pietanze e prodotti di provenienza esclusivamente dalla zona Marsicano-Palentina. Questo sia per assicurare la bontà dei prodotti sia per dare visibilità alle aziende della nostra zona che lavorano in maniera ecologica e genuina. Nel pomeriggio avranno luogo sia la rappresentazione della tecnica casearia, che l’esposizione degli attrezzi della civiltà rurale, per finire con memorie e giochi di un tempo. Un evento che rientra nel programma dell’Open Day Abruzzo grazie al supporto di Terrextra – Dmc Marsica.  Tutti i nostri eventi sono aperti alle intere famiglie ma, soprattutto, ai giovani ed ai bambini che hanno la voglia di curiosare nel passato e di imparare ciò che non sono abituati a vedere quotidianamente”.

“L’associazione giovanile Mapuche ha sempre avuto uno spirito attivo legato al territorio locale ed alle sue tradizioni”, continua Fernando Alonsi, “con un costante occhio di riguardo nei confronti della tematiche culturali, ambientali e sociali. Nascendo in una piccola realtà quale quella di Cese, una delle prerogative principali è elaborare progetti ed organizzare eventi al fine di mantenere vivo il patrimonio storico-culturale ed attiva la comunità stessa, affinché queste non vengano con il tempo ad essere dimenticate e scomparire. Inoltre crediamo che il passaggio del bagaglio culturale ed esperienziale tra le varie generazioni sia fondamentale ed obbligatorio per una crescita genuina e consapevole delle “nuove generazioni” affinché non vadano persi e dimenticati tutti quei valori importantissimi, che oggi giorno sembrano essere sempre più rari nelle persone, tra cui il rispetto dell’ambiente, l’amore per la natura, il piacere del godere di una vita sociale reale attraverso il contatto ed il confronto diretto tra le persone che sembra essere esplicato esclusivamente tramite apparecchi tecnologici. Approfitto dell’occasione per invitare, a nome dell’associazione giovanile Mapuche, chiunque abbia interesse e piacere a passare momenti di genuino divertimento e solare compagnia a partecipare ad i nostri eventi”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top