Altri articoli

Rinnovata la cassa integrazione alla Santa Croce

Si sfiora il paradosso a Canistro dove ieri scadeva la cassa integrazione; gli operai, che non avevano più avuto comunicazioni dall’azienda, si stavano preparando a rientrare a lavoro per evitare di essere licenziati per assenza ingiustificata.

Poi, però, il colpo di scena quando, Camillo Colella, proprietario della Santa Croce, svegliato da consolidato torpore si è messo in agtiazione ed ha subito deciso di inviare una nota annunciando l’avvio di una nuova cassa integrazione per 13 settimane. Atroce sospetto, il tycoon vuol solo prendere tempo in attesa, in un prossimo futuro, di ridurre drasticamente il personale, lasciando nello stabilimento di Canistro il settore dell’imbottigliamento e trasferendo in Molise tutto il resto della produzione.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top