Giudiziaria

Rifugio montano, assolto “l’invasore”

Decisione a sorpresa da parte della Corte di Appello de L’Aquila che ribalta una precedente sentenza del tribunale di Avezzano stabilendo che Carla Subrizi, di Ovindoli, non si è macchiata del reato di invasione arbitraria di suolo pubblico perché il fatto non sussiste.

Inoltre, è stato deliberato il non doversi procedere per intervenuta prescrizione per i reati di violazione edilizia che sarebbero stati da lei commessi all’interno del parco regionale “Sirente Velino”. Si chiude così una vicenda che si trascinava dal 2010 con continui colpi di scena. 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top