Giudiziaria

Rifiuti tossici, il mistero si infittisce…

Si scava tra i documenti sequestrati e si cerca, tramite le bolle di accompagnamento dei tir, per scoprire la provenienza e soprattutto la destinazione dei rifiuti tossici. In attesa delle analisi che dovranno essere eseguite dall’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente, disposte dalla magistratura avezzanese, spunta nell’intestazione di un documento di accompagnamento la partita Iva di un’azienda locale.  Se si tratti di una coincidenza e di una montatura messa in atto da chi stava portando a termine gli scarichi però ancora non è dato saperlo.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top