Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Cronaca e Giudiziaria

Rifiuti illeciti nella Marsica: sette indagati


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Ortucchio – Gli indagati nell’ambito dell’operazione Car-fluff, scattata alle prime ore dell’alba, in Marsica, sono 7. Le perquisizioni, nel corso delle quali sono stati sequestrati atti e registri di carico e scarico di rifiuti speciali e non, sono avvenute a Roma, Torino, Pistoia, Trasacco e San Pelino. Tutti i documenti sequestrati sono riconducibili alle attività della società ” Resen-plast”, con sede legale ad Ortucchio, fallita qualche anno fa. Inizialmente gli indagati erano 3, ma gli sviluppi dell’operazione hanno portato all’emissione di altri avvisi di garanzia. Numerose perquisizioni domiciliari e ispezioni amministrative sono state effettuate da 20 agenti del nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale dell’Aquila al fine di acquisire prove per risalire la filiera dei rifiuti illeciti stoccati nella Marsica da una società campana. Secondo quanto emerso dalle indagini, coordinate dalla Direzione Nazionale Antimafia dell’Aquila, i rifiuti sarebbero stati generati da una società, che ha sede in provincia di Caserta,  e sarebbero stati portati nella Marsica attraverso l’uso di una società intermediaria che ha sede nella Marsica.
Perquisizioni sono state eseguite anche nel Lazio ed in Toscana dove sono ubicate le abitazioni degli imprenditori e le sedi legali delle aziende coinvolte. Le attività di investigazione erano partite nel gennaio 2015 con il sequestro di due capannoni industriali, uno a Luco dei Marsi ed uno a San benedetto dei Marsi, che contenevano 1600 tonnellate di rifiuti ora sottoposti ad accertamenti presso gli uffici dell’Arta.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top