Altri articoli

Rifiuti Fucino: Del Corvo lancia il suo grido d’allarme

Il presidente della Provincia de L’Aquila, Antonio Del Corvo, sottolinea l’importanza di non creare allarmismo sulla vicenda dei presunti rifiuti tossici che si trovano in un determinato e circoscritto terreno del Fucino Est.

“Non è certamente un tributo che si rende alla comunità, quello di generalizzare su un intero territorio che vive di economia agricola di alta qualità, – dichiara Del Corvo – i colpevoli devono essere individuati e sicuramente condannati ma l’integrità e la peculiarità del nostro prezioso alveo e di chi vive correttamente dei suoi prodotti, ricordo oltre 3.000 imprenditori agricoli, non possono essere messe in discussione dall’incoscienza di alcuni. L’imprenditoria marsicana è legata indissolubilmente all’agricoltura nel Fucino, dove, peraltro, c’è un’alta percentuale di produzione biologica che subirebbe una catastrofe. Basta pensare al caso delle mozzarelle di bufala in Campania, che stanno subendo un ingente crollo delle vendite, con i relativi effetti dannosi sull’economia del luogo. Per l’incoscienza sfrenata di uno, non possono pagare tutti, per un fazzoletto di terra, non possono scontare i 14.000 ettari di coltivazione intensiva e pregiata del Fucino. La Provincia de L’Aquila continuerà ad essere garante del territorio e di supporto alle attività di controllo – conclude il presidente – seguiremo da vicino la vicenda e, se richiesta dagli organi inquirenti, offriremo la collaborazione dell’apposito nucleo ambientale della Polizia Provinciale in forza all’Ente”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top