Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Giudiziaria

Rettifica sull’articolo “Accusato dal sindaco, assolto ex candidato”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

In merito all’articolo riportato di seguito: “Si candida con l’ex sindaco Andrea Favoriti alle Comunali a Lecce e poi viene accusato dallo stesso di ingiuria e minacce. Al giudice di pace penale di Pescina il compito di dirimere la matassa. Giancarlo Di Biase, appartenete al corpo della polizia penitenziaria, si era candidato come consigliere, ma non potendo però prendere impegni aveva deciso di non farsi votare. Dopo lo scrutinio, Di Biase, assistito dall’avvocato Maria Teresa Flammini, è stato accusato da Favoriti di ingiuria e minacce. Ma è stato dimostrato che il fatto non sussiste”.

pubblichiamo una doverosa rettifica

Si evidenzia l’erroneità dei fatti rappresentati nell’articolo pubblicato in data 17/06/2014, che avevano originato il procedimento penale dinanzi il Giudice di Pace di Pescina, all’interno del quale l’ex sindaco di Lecce nei Marsi Andrea Favoriti rivestiva la qualità di persona offesa dai reati di ingiuria e minacce, contestati ai sigg.ri Di Biase Giancarlo e Di Biase Mario.
Contrariamente a quanto riportato all’interno del citato articolo, gli avvocati Mirco Salvati e Maria Monia Nanni, difensori del noto professionista, sottolineano che sulla vicenda per cui è causa il Giudice di Pace di Pescina, all’udienza del 16 giugno 2014, non è entrato nel merito della vicenda e non ha emesso pertanto alcun provvedimento di assoluzione, evidenziando, tuttavia, un difetto di procedibilità della querela presentata dal medico nel 2012 dinanzi l’autorità competente, ragion per cui il professionista si riserverà di agire in sede civile.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top