Italia

Renzi: Rai Way? Solo operazione di mercato

«Su Rai Way il governo ha messo delle regole che non intende modificare e che riguardano il 51% pubblico. Punto, per me la discussione è finita qui». Infastidito dalle polemiche delle opposizioni (esclusa Forza Italia) e della minoranza Pd sull’assalto Mediaset con la controllata Ei Towers alle torri di trasmissione della Rai, Matteo Renzi prova a voltare pagina ed esclude che dietro al tentativo di scalata ci sia un accordo con Berlusconi, come sostengono Lega e Movimento 5 Stelle. «Dobbiamo abituarci a considerare le operazioni di mercato per quello che sono, non operazioni politiche ma di mercato. Per questo, perché sia vero mercato, occorre libertà e il rispetto delle regole». Per il premier, insomma, non ci deve essere nessuna lettura “politica” di una vicenda che invece si presta a molte interpretazioni e fa discutere. Il governo assicura che il 51% di Rai Way rimarrà nelle mani dell’azienda di viale Mazzini ma, per il Movimento 5 Stelle, si tratta di una posizione non vincolante «Non c’è nessuna garanzia e le rassicurazioni del governo non contano nulla» dice l’eurodeputato pentastellato Marco Affronte, che ieri ha presentato una interrogazione urgente alla Commissione Europea per sapere se l’eventuale acquisto delle torri di trasmissione da parte di Ei Towers violerebbe la normativa comunitaria in materia di antitrust. Il tentativo di scaslta da parte di Ei Towers è stato discusso ieri dal Consiglio di amministrazione di Rai Way, che non ha assunto alcuna decisione ma si è limitato a fornire una «normale informativa ai consiglieri».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top