Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Italia

Renzi: «Le Regioni taglino gli sprechi»


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Napolitano blinda la manovra e Renzi alza i toni dello scontro con gli enti locali, attacca la Fiom che minaccia l’occupazione delle fabbriche e si dice sicuro che l’Ue non avvierà una procedura d’infrazione sulla manovra. «È da vent’anni che pagano solo le famiglie e ora che paghino anche Comuni e Regioni», afferma il premier in un’intervista al Tg1 rispondendo alle critiche dei presidenti. Pochi margini dunque sembrano esserci per la trattativa con le Regioni che pure, con Chiamparino, hanno cercato di recuperare un confronto. E ancor meno spazio nei confronti del sindacato che ieri ha riempito piazze importanti come Bologna e Torino. Renzi punta il dito contro le Regioni che subiranno tagli per 4 miliardi e che minacciano di non essere in grado di garantire i servizi. «È inaccettabile tagliare i servizi sanitari» replica il premier, ma invece le Regioni devono «tagliare gli sprechi» a partire da «qualche primario o vice primario nelleAsl in meno». Ma l’allarme delle Regioni rimane e non si tratta solo di un teatrino di tweet ma di sanità e trasporti anzitutto.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top