Italia

Renzi: “Cambierò l’umore degli italiani”

La parola d’ordine del 2015 per Matteo Renzi è «ritmo» perché «l’Italia ce la farà e non è spacciata se fa le riforme». È una conferenza stampa fiume, di oltre due ore e mezza quella che Matteo Renzi mette in scena per un bilancio dei primi dieci mesi a Palazzo Chigi. «Si finisce all’una a e mezzo, così il Tg1 può andare in onda», dice il premier. Ma poi una domanda tira l’altra e malgrado la decisione di chiudere a 24 gli interventi dei giornalisti si va oltre le due e mezza. «Non pensate di farmi stare qui un’ora e mezza a discutere di Quirinale, risponderò sempre allo stesso modo: troveremo un presidente insieme a tutti gli altri partiti, ci sarà un nome condiviso ma per ora un presidente della Repubblica c’é e non partecipo al gioco dell’indovina chi?», spiega il premier cercando di schivare le molte domande sull’identikit del successore di Napolitano. L’operazione però non riesce. Berlusconi sarà al tavolo per la scelta del Colle? Certamente «perché è stato votato da milioni di persone e Forza Italia senza di lui non esiste», dice Renzi, facendo gli auguri a chi immagina Fi senza il Cavaliere. In ogni caso al Quirinale sarà necessario votare una personalità che si intenda «di politica con P maiuscola», «un nome attorno al quale si coaguli una maggioranza prevista dalla Costituzione e l’affetto di tutti gli italiani».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top