Abruzzo

Regionali: Di Paolo, candidatura inopportuna? La riflessione di D’Alfonso

Sulle candidature dell’ ex assessore della Giunta Chiodi Angelo Di Paolo e di Giorgio D’Ambrosio «C’è una selettiva selezione della coalizione. Io ho l’impegno di confrontarmi con i partiti e due di questi hanno sollevato il problema della grandezza della coalizione». Così il candidato presidente della Regione Abruzzo per la coalizione di centrosinistra, Luciano D’Alfonso, a proposito delle candidature ritenute “inopportune” dagli alleati. Spiegando che c’è una «riflessione in corso su entrambi i candidati», D’Alfonso, nel corso di una conferenza stampa, ha sottolineato che in particolare per quanto riguarda D’Ambrosio «la candidatura è in istruttoria presso il Pd».

Nessun riferimento, invece, alle candidature di Daniela Stati, altro ex assessore della Giunta di centrodestra, e di Andrea Gerosolimo, ex Udc, che tanto fa discutere nella Valle Peligna. Sollecitato dai cronisti il candidato ha fatto anche alcuni nomi dei politici presenti nelle liste della coalizione, tra cui ci sono diversi amministratori locali e professionisti. D’Alfonso ha fatto gli esempi di Giuseppe D’Alonzo, Valeria Franceschini, Ivano Capriotti, Nausicaa Cameli e Cinzia Iannone nel teramano, Enrico Verini e Lucia Pandolfi nell’aquilano, Licio Di Biase nel pescarese e Donato Di Fonzo nel chietino.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top