Cronaca e Giudiziaria

Questua insistente, cittadini e commercianti reclamano soluzioni

Emergenza accattonaggio ad Avezzano, a rilanciare l’allarme sono i commercianti esasperati da un andazzo che dura in città da molto tempo. Non solo, Confcommercio si dice pronta anche ad aprire una raccolta di firme per sollecitare le istituzioni ad intervenire sul fenomeno accattonaggio che si ripresenta puntuale ogni fine settimana, davanti alle attività commerciali (supermercati, farmacie, tabacchi), le chiese e davanti le case di cura.

E’ un susseguirsi di segnalazioni di esercenti e cittadini che tutti i giorni si sentono “accerchiati” da nomadi e dal altri personaggi che, come da copione, si avvicinano con insistenza soprattutto a chi si accinge a tirare fuori il portafoglio per fare la spesa.

I commercianti sono esasperati, non si può immaginare la portata del danno provocato dai tanti che chiedono l’elemosina e che continuamente infastidiscono anche i clienti che, spesso escono dai negozi se entra un questuante. La cosa che fa maggiormente rabbia è la presenza di bambini che si avvicinano ai tavolini dei bar ed insistentemente chiedono soldi.

Molti clienti che stanno guardando le vetrine dei negozi, infatti, non appena si avvicina un questuante, si allontanano.

I commercianti fanno appello alle forze dell’ordine affinchè, queste situazioni spiacevoli e fastidiose abbiano fine e chiedono, più divise sul territorio per poter fungere da deterrente per qualche mendicante che non si limita a chiedere i soldi della carità, ma li pretende.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top