Appuntamenti della settimana

Il Quartetto Noûs in concerto al Castello Orsini


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Avezzano – Giovedì 3 novembre 2016, alle ore 18, il Quartetto Noûs si esibirà in concerto ad Avezzano, in provincia dell’Aquila, presso l’Auditorium del Castello Orsini-Colonna, in piazza Castello. Questo concerto apre l’importante tournèe italiana per “Circolazione musicale in Italia” del quartetto che toccherà, in questo ordine, Pescara, Campobasso, L’Aquila, Catanzaro, Trebisacce (CS), Lamezia Terme (CZ), Montefalcone, Padova e si concluderà a Bari il 22 novembre. Il programma dell’evento prevede:

Webern – “Langsamersatz”
Janáček – Quartetto no. 2 “Lettere Intime”
Brahms – Quartetto op.51 n° 1 in Do minore

Questo concerto è promosso dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica) in collaborazione con l’associazione culturale Harmonia Novissima di Avezzano. Il Quartetto Noûs (dal greco Nûs, il cui significato è mente e razionalità) è composto da Tiziano Baviera e Alberto Franchin al violino, Sara Dambruoso alla viola e Tommaso Tesini al violoncello; quattro giovani musicisti italiani suonano insieme dal 2011 e hanno già partecipato a diversi festival ed eventi musicali ottenendo eccellenti risultati come il Premio “Piero Farulli”, assegnato alla migliore formazione cameristica emergente nell’anno del 2015, nell’ambito del XXXIV Premio “Franco Abbiati”, il più prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana. “Il CIDIM – dichiara Lucio Fumo, presidente del CIDIM – con questa tournée continua un lavoro che portiamo avanti dal 2005 per rilanciare e potenziare l’attività concertistica in tutto il paese di orchestre, solisti e gruppi cameristici in quelle aree dove importanti produzioni artistiche hanno meno visibilità e possibilità di emergere”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top