Giudiziaria

Quando per rubare si scomodano anche i grossi numeri…

In questi giorni i Carabinieri della Stazione di Magliano hanno denunciato per furto di corrente elettrica M.F., classe 1987, cittadino marocchino, residente a Magliano.
Allo straniero era stato sigillato il contatore, in quanto moroso da alcuni mesi. Ma, non avendo intenzione di pagare, ha trovato una soluzione alternativa: ha collegato un cavo a una presa di corrente del garage di un vicino.
Dagli accertamenti risulta che per mesi il marocchino ha usufruito gratuitamente dell’energia elettrica a scapito di un italiano residente in un’abitazione limitrofa, il quale si è visto un aumento dei consumi che non riusciva a giustificarsi. Fino a quando non si è accorto di uno strano cavo che partiva da una presa all’interno di una rimessa di sua proprietà, collegato direttamente all’interno della scatola a muro. Ha quindi deciso di chiamare i Carabinieri che, recatisi sul posto e individuato il percorso del cavo, sono risaliti all’abitazione dello straniero, che quindi è stato denunciato alla Procura di Avezzano per furto.
Il cavo, lungo più di 50 metri, è stato rimosso e sottoposto a sequestro.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top