Altri articoli

Quando a tordi…

E quando a grilli! Più chiaro di così…

La saggezza popolare l’ha sempre saputa lunga e, puntuale, a distanza di una settimana, dalle vacche grasse arrivano quelle giornalisticamente scheletriche e allora ne approfitto per provare un nuovo formato per il mio editoriale.

Più snello, a paragrafi, modello Zibaldone, per intenderci.

E alla A troviamo subito le autostrade; nevica e la gente rimane ostaggio della striscia di asfalto a pagamento per quasi un pomeriggio, ma a chi telefona rispondono… fuori c’è il sole. Poco comunicativi, voto 3.

B di biomasse; sindaco di San Benedetto contro Comitato. Una lotta accesa al mio microfono; solo che quando parlo di lavoro e di morte, svicolano entrambe le parti. Mi sembravano sinceramente e mestamente concordi; nella Marsica si deve morire per lavorare… stucchevole, voto 4.

C come censura; e poi ti scopro che siete peggio delle SS. Perdonate l’abominio, ma mentre Giuseppe Di Pangrazio mi riconosceva il merito di dare voce a tutti, molti di voi lettori mi facevano la morale su facebook.

A zigo zago (delle volte parlo come “mi nonno”), una notizia non andava bene per un motivo ed una per l’atro. Mi si rinfacciava un’assenza di sensibilità, di moralità (moralismo?), di tatto, di metodo, criteri notizia troppo scarsi per essere veri. Tutto mi è stato gettato addosso. Eppure io punto solo ad informarvi; se le notizie sono false crocifiggetemi pure.

Ma se invece sono vere, cos’è questo spirito da censori che nutrono molti di voi?

Forse che siete obbligati a leggerli? Meglio due che uno, diceva la pubblicità, e meglio uno che nessuno, aggiungo io.

Inoltre alcuni di voi mi hanno riportato alla mente quel tale, sedicente politicante, che una sera venne al bar del mio paese sbraitando contro di me perché pubblicavo tutto quello che mi arrivava dai suoi compagni di partito.

Una sorta di censura al contrario! Come andò a finire? Il nostro fu ben presto defenestrato. Per ragioni di principio?

Magari, ma invece fu solamente perché dava fastidio ai presenti… Meglio di niente. Voto 0 a quello, 2 ai clienti.

Tornando a diversi di voi, diciamo, che non vi ci facevo, voto 4.

A me 8, per la completezza (anche 40 notizie al giorno, quando ero a marsicanews.it non arrivavamo neanche a 20…); voto 2, invece, per il sensazionalismo…

Ma anche C come convegno sui sistemi elettorali. In realtà sembrava un congresso filosofico sui massimi sistemi; tutto molto asettico e freddo (in ogni senso…). Ma forse è questa la reazione che merita questo nuovo che avanza (dal frigorifero). Una volta lo chiamavano inciucio, ora come lo chiamano?

Ah già, dialogo… 5 e mezzo, perché almeno ci provano (anche se l’Italicum durerà un mandato scarso, fidatevi).

D come discariche; le chiamano in mille maniere diverse (compostaggio, biomasse, porta a porta e boooh), in zona e non, ma la morale è che qui crepiamo di cancro, il turismo non decolla, i soldi non ci sono, il lavoro idem, non si consuma ma si “rifiuta”!?! Allora la finite di sporcare, porcelloni marsicani, sì o no? Voto 6 e mezzo.

E voi, sì voi che decidete, invece la finite di lucrare su sta roba? Voto 0; finiremo come la Terra dei Fuochi (o ci siamo già finiti?).

Ps: Mi fermo alla D perché sono andato lungo, però è caruccia sta cosa… quasi quasi lo faccio sempre!!!

VALE

Luca DJ Di Giampietro

1 Comment

1 Comment

  1. Francesco

    6 febbraio 2014 at 12:35

    Direttore,
    mi conceda uno sproloquio.
    I suoi articoli coprono distanze siderali, sia grazie all’infinito numero di battute di cui si compongono, sia per la profondità che li caratterizza.
    Ed è forse per questo che molti, la maggioranza, l’estrema maggioranza cadono nell’oblio, non ricevendo né critica né elogio. Ma indifferenza, perlopiù. Un veloce sguardo qui sulla testata e sulla pagina facebook lo rendono evidente.
    Purtroppo anche io col tempo ho ceduto all’indifferenza.
    E tuttavia eccomi qui a scrivere. Sarà a causa del felice accostamento tra i lettori che non concordano con Lei ed i nazisti delle SS. Chissà.
    Farà proseliti mio caro Direttore.
    Buone cose!

    Francesco Pseudonimista

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top