Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

Pittini, tutti presenti tranne la politica


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

DSCN5883Dopo la mancata partecipazione del gruppo Pittini tanto all’incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico quanto alla riunione in Confindustria, ora a latitare è la Regione Abruzzo.

Come ricorda il consigliere regionale Giuseppe Di Pangrazio, i sindacati si erano presentati in consiglio formulando due richieste: la convocazione presso il Ministero di un tavolo di trattative alla presenza della ditta Pittini e l’istituzione di un gruppo di lavoro territoriale che includesse, oltre al sindaco di Celano Filippo Piccone e al sindaco di Avezzano Giovanni Di Pangrazio, anche tutti i sindacati e i consiglieri regionali marsicani. Proprio su questo punto il presidente Chiodi ha posto però il veto suscitando la delusione di lavoratori e sindacati.

«Quella della Pittini non è una vertenza territoriale ma abruzzese», ha sottolineato Antonello Tangredi (Fim-Cisl), nei confronti della quale si sta manifestando «una totale assenza di interesse da parte dell’assessorato alle politiche industriali e della presidenza regionale».

«Siamo di fronte ad una classe politica che non sa dare risposte alla crisi del settore industriale» ha incalzato Alfredo Fegatelli (Fiom-Cgil) secondo il quale, senza un mutamento di rotta «ci ritroveremo ad assistere, nella totale ignavia del Presidente della Regione, alla più devastante crisi fra quelle verificatesi in Abruzzo» considerando i 600 lavoratori marsicani a rischio impiegati nel settore industriale che, sommati ai dipendenti Micron, arriverebbero a raggiungere la soglia delle 2.000 perdite per le quali, in base alla nuova legge Fornero, non saranno previste né cassa integrazione né mobilità.

Consci delle difficoltà di riuscire a portare avanti la loro battaglia, sindacalisti e lavoratori chiedono a gran voce nuovi investimenti finanziari e nuovi progetti industriali nella speranza che o una mobilitazione di massa o un’intesa fra il Presidente Chiodi e la Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Serracchiani, possano sbloccare una situazione che probabilmente evolverà al momento della diffusione di una novità ancora “blindata” di cui i lavoratori hanno oggi discusso in privato.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top