Abruzzo

Province verso la paralisi “Servono fondi”

Le Province scendono in campo per contestare gli ulteriori tagli della Legge di Stabilità di 3 miliardi in due anni. Ieri nella sala Figlia di Iorio della Provincia di Pescara i presidenti dei quattro enti, Antonio Di Marco (Pescara), Mario Pupillo (Chieti), Antonio Del Corvo (L’Aquila) e Renzo Di Sabatino (Teramo) hanno spiegato i motivi della protesta. Il presidente dell’Upa Antonio Del Corvo ha detto che «dal 1 gennaio, in base alla Legge Del Rio, varie funzioni come quelle sul Genio Civile, Lavoro, Centri dell’Impiego sono passate dalle Province alle Regioni che però non hanno palesato l’intenzione di adempiere alle nuove funzioni e che dunque potrebbero tornare di competenza provinciale. Per cui», ha aggiunto Del Corvo, «noi vogliamo sapere cosa fare e soprattutto come coprire servizi senza personale. Per questo abbiamo messo insieme emendamenti da presentare ai nostri parlamentari. Non si tratta di una battaglia politica, di destra o di sinistra, ma di servizi da garantire al cittadino».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top