Politica

Prosegue anche nella Marsica la raccolta firme per i prossimi referendum istituzionali

“Per i prossimi referendum istituzionali sono state superate le 1000 firme raccolte a L’Aquila e provincia. Due i quesiti referendari abrogativi sull’Italicum, uno per abrogare il premio di maggioranza e l’altro i capilista bloccati della legge elettorale che sarà in vigore dal prossimo luglio”. Lo spiega Paolo Della Ventura, referente del comitato provinciale per il No alla riforma elettorale e costituzionale e sul referendum costituzionale. “Ancora una volta –dichiara Della Ventura – a meno di un anno di distanza dalla stagione referendaria della scorsa estate (i 4 temi di Possibile), in provincia dell’Aquila si sono superate in poche settimane le 1000 firme, segno inequivocabile di voglia di partecipazione. Stiamo cercando di supplire – conclude il referente provinciale – ad una black out informativo dei media main stream; le persone vengono a cercarci e si fermano perché sanno che trovano informazioni di merito”.

Dallo scorso 17 aprile la raccolta è partita a L’Aquila e si è allargata alla Marsica e all’Alto Sangro. Sono attive raccolte firme ad Avezzano, Celano, Cerchio e Scurcola Marsicana (coordinate da Tonino D’Amore e Nazzareno Di Matteo), a Opi e Pescasseroli (coordinate da Silvano Di Pirro e Marcello Gizzi). Nelle prossime settimane si attiveranno altri comuni. In tutti i comuni è possibile recarsi presso i municipi e chiedere di firmare. La raccolta proseguirà fino al 20 giugno. Tutti i fine settimana (sabato/domenica 10-13 e 16:30/19) sarà possibile firmare ai banchetti dei quattro cantoni a L’Aquila e banchetti ci saranno anche il 2 giugno; mercoledì 1 giugno si raccoglieranno firme a Rocca Di Mezzo piazza Principe di Piemonte ore 10:30-12:30; domenica 5 ci saranno banchetti a Castel Di Sangro; si continueranno a raccogliere firme in tutti i comuni attivi. Per informazioni e adesioni: comitatonoriformeaq@gmail.com. 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top