Cronaca e Giudiziaria

Prometteva lavoro in cambio di soldi vantando amicizie influenti, arrestato

Trasacco – Vantava amicizie influenti e assicurava a disoccupati e precari la possibilità di ottenere un lavoro di tutto rispetto, in particolare negli uffici postali, contro il pagamento di qualche “verdone”, nel caso specifico banconote di grosso taglio.

Il raggiro così strutturato aveva fruttato a Orazio Nazzicone, quarantanovenne agente di commercio di Trasacco, alcune migliaia di euro. L’uomo, in particolare, lasciava intendere di avere un rapporto diretto e fiduciario con l’onorevole Mario Baccini, al tempo dei fatti, avvenuti tra il 2006 e il 2008, vicepresidente del Senato della Repubblica. Per rendere più credibile la sceneggiata Nazzicone aveva anche indicato agli “aspiranti raccomandati” un numero telefonico, in uso a un misterioso referente politico, con il quale essi dovevano comunicare solo via sms.

Il raggiro era stato scoperto e denunciato quando una delle vittime, insospettita dal comportamento elusivo di Nazzicone, si è rivolta direttamente alla Segreteria dell’Onorevole, ovviamente all’oscuro di tutto. La sentenza di condanna per millantato credito è passata in giudicato dopo il verdetto della Cassazione; l’uomo, che dovrà scontare quattro anni di reclusione, è stato prelevato nella sua abitazione dai carabinieri della locale stazione, al comando del luogotenente Armando Croce, e condotto al carcere San Nicola di Avezzano.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top