Altri articoli

Problema treni, tutto rinviato a gennaio 2014

Cari Amici, oggi ha avuto luogo l’incontro con il Ministro dei Trasporti On. Maurizio Lupi di cui si era data notizia nei giorni scorsi.

L’incontro è stato organizzato dall’On. Filippo Piccone e ad esso hanno preso parte, oltre al sottoscritto, il Presidente della Provincia di L’Aquila On. Antonio Del Corvo, l’Assessore Regionale ai Trasporti On. Giandonato Morra; l’Assessore Regionale ai Lavori Pubblici On. Angelo Di Paolo; il Consigliere Provinciale Pasqualino Di Cristofano. La numerosa Delegazione dei nostri rappresentanti politici ha sicuramente significato la presa di coscienza seria circa le problematiche del servizio ferroviario dell’entroterra abruzzese.
L’Assessore Morra ha introdotto i punti all’ordine del giorno: la riattestazione dei treni presso la stazione di Roma Termini, la riapertura della tratta Avezzano-Roccasecca e lo sblocco dei fondi per l’automatizzazione degli scambi  e dei passaggi a livello.  Sono intervenuti a riguardo: l’On. Piccone (rimarcando come fosse di fondamentale importanza il collegamento ferroviario tra la Marsica e la Capitale); l’Ass. Di Paolo (sottolineando l’indispensabilità della tratta che attraversa la Valle Roveto); il Presidente del Corvo (ricordando lo stanziamento dei fondi post-terremoto per i lavori di automatizzazione nella tratta Sulmona-Roma) e infine il sottoscritto che ha illustrato compiutamente il disagio dello scalo a Tiburtina e la necessità di riportare alcuni treni, tra i più frequentati, presso lo scalo di Termini. Il Ministro ha ascoltato tutti con estrema attenzione prendendo appunti lui stesso e chiedendo al suo vice capo di gabinetto dott.ssa Teresa Di Matteo di acquisire tutti gli elementi necessari.
Al contempo ha voluto chiamare telefonicamente, in presenza dei sopra scritti, l’Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana (RFI) ing. Michele Mario Elia al quale ha chiesto spiegazione in termini perentori circa i disservizi elencati e a cui ha manifestato inequivocabilmente la volontà e l’impegno del Governo italiano e suo personale per l’immediata riapertura della tratta Avezzano-Roccasecca, la riattestazione di alcuni nostri treni a Termini e lo sblocco dei fondi per i lavori di automatizzazione della tratta Roma-Sulmona.
L’incontro è durato un’ora.
Successivamente l’On. Filippo Piccone ha comunicato al sottoscritto il suo personale impegno affinché, nei primi giorni del prossimo gennaio, il Ministro riceva una ristretta delegazione di noi pendolari per esaminare in modo completo tutte le problematiche che affliggono la Linea ferroviaria Roma-Pescara al fine di porre mano seriamente alla risoluzione delle annose questioni.
Vi allego qui di seguito l’ultima versione del documento che ho personalmente consegnato nelle mani del Ministro e alla sua vice capo Gabinetto.
Un caro saluto
Vincenzo Giovagnorio
All’attenzione del Ministro dei Trasporti On. Maurizio Lupi,
dell’On. Filippo Piccone Deputato presso la Camera,
dell’On. Giandonato Morra Assessore ai Trasporti della Regione Abruzzo,
e dell’On. Antonio del Corvo, Presidente della Provincia di L’Aquila
Il continuo ridimensionamento dei servizi che negli ultimi anni ha interessato la Linea ferroviaria Roma – Pescara ha comportato innanzitutto la perdita dell’attestazione dei treni presso la stazione centrale di Roma Termini, è proseguito con le chiusure progressive di stazioni che hanno ridotto la possibilità degli incroci ottimali dei treni, è passato per i tagli fisici dei binari e il conseguente eccessivo dilatamento dei tempi di percorrenza e da due anni a questa parte ha raggiunto l’apice con l’attestazione dei treni abruzzesi presso i disagiatissimi binari I e II Piazzale Est di Roma Tiburtina nella totale precarietà della struttura priva dei più elementari parametri di sicurezza e di agibilità soprattutto per i diversamente abili.
A tal riguardo, chiediamo con forza al signor Ministro dei Trasporti e ai Rappresentanti istituzionali della nostra Regione, da noi eletti all’amministrazione della cosa pubblica, di alleviare questi gravi disagi che quotidianamente centinaia di utenti e pendolari abruzzesi sopportiamo sulla Linea Ferroviaria Roma Pescara. In questo momento di grave crisi nei confronti della credibilità delle istituzioni politiche del nostro Paese ci aspettiamo  una risposta concreta e positiva a quanto sollecitato ormai da mesi:
La “ri-attestazione” di alcuni treni più frequentati presso la Stazione di Roma Termini a partire dal nuovo orario di dicembre di prossima pubblicazione:
1. attestazione di un treno ad alta frequentazione in arrivo di mattina a Roma Termini;
2. attestazione in partenza da Roma-Termini dei treni pomeridiani: R 3242 (ore 16.33) e R 3248 (ore 18.33);
3. conferma in arrivo a Roma Termini del R 2371 (ore 8.45 – unico treno utile attestato al momento nella stazione centrale dell’Urbe);
Ci preme inoltre segnalare che gli organismi istituzionali preposti si impegnino inoltre:
• alla sostituzione, da parte delle società preposte, del materiale vecchio o inadatto al percorso della Linea Roma – Pescara che attraversa gli Appennini e subisce continue interruzioni e ritardi a causa degli agenti atmosferici quali neve, pioggia, gelo ecc.
• alla regolamentazione delle precedenze agli incroci per i treni che al mattino confluiscono verso la Capitale e per i treni che al pomeriggio defluiscono da essa (spesse volte avviene il contrario con situazioni paradossali dove treni stracolmi di viaggiatori attendono presso le stazioni di incrocio treni completamente vuoti e per questo accumulano ritardi vergognosi!).
Con l’auspicio che le nostre richieste, reiterate più volte negli ultimi mesi ai competenti Organi istituzionali abruzzesi, siano finalmente accolte, l’occasione ci è gradita per porre rispettosi saluti.
Il Comitato dei Pendolari
della Linea ferroviaria Pescara – Roma
Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top