Altri articoli

Prevenire è meglio che curare!

Cronaca che la fa di nuovo da padrona questa settimana e sempre, più o meno, per le solite questioni.

Operazioni su operazioni che, in pochi anni, hanno portato in galera un piccolo esercito di senza arte né parte che non possono far altro che riciclarsi in mercati affatto selettivi.

Proprio in queste ore, il sindacalista Pagliaroli ha espresso un concetto interessante; persone che arrivano in un nuovo paese e non sanno cosa fare, si ritrovano ad essere sottopagate per un lavoro, spesse volte, massacrante (tant’è vero che nel periodo A.M. – Avanti Marocchini – Fucino era rimasto senza mano d’opera) e nemmeno remunerato tanto da assicurargli la sussistenza.

Troppo semplice e vicina l’uscita di emergenza per non risultare fatale per loro e per noi. E così gli operai della terra diventano operai della mala, con buona pace di un tessuto sociale che penalizza noi e condanna loro.

8 alle forze dell’ordine, instancabili, 4 a chi sfrutta questi poveracci, 8 a chi non si fa sfruttare ma che diventa 2 per chi sceglie le scorciatoie di cui sopra.

Come se ne esce? Inutile tenere potenziali delinquenti sul territorio; bisogna agire prima e non parlare dopo. Non voltiamoci dall’altra parte quando li vediamo spaccarsi la schiena nei campi di Fucino.

E nemmeno dobbiamo dire bravi a quelli che si presentano al bar vantandosi del nuovo “bisniss” messo su in quattro e quattr’otto. Voto 1 per loro.

Che diventa tre per quelli che almeno ci mettono la buona condotta; nel senso che c’è anche chi al bar ci va e dice… non vorrei ma è l’unico modo per andare avanti.

Non si va da nessuna parte con gli stereotipi e con le verità preconfezionate. La mancanza di integrazione crea solo tensione e rovina l’ambiente in cui viviamo. Cerchiamo quindi di parlare di meno e di agire di più.

Che poi delle volte non vi capisco; perché i video meno guardati sono quelli dedicati all’ambiente e ai suoi derivati?

Ora posso ben intuire perché in Regione votano centrali su centrali, tutte nella Marsica. Tanto a noi non frega niente!

Infatti mica siamo noi poi a morire ancora giovani con qualche strano tumore su un letto di un ospedale che rischia di non essere neanche più nel circondario…

Nooo, mica!

Voto 0 per lo scarso impegno civico dei miei conterranei. Guardate che se non ci salviamo da soli, nessuno verrà a salvarci!

Aiutati che Chiodi ti aiuta. Non era così?

 

VALE

Luca DJ Di Giampietro

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top