Cronaca nazionale

Precipita per ottanta metri e resiste due giorni, salvato dai vigili del fuoco

Morino – Ha abbaiato e guaito disperatamente, e lo ha fatto per due giorni, finché il suono è diventato un uggiolio, a tratti più alto, cui ha fatto eco la disperazione del suo padrone, mentre cercava di rassicurarlo da oltre 80 metri più in alto. Tanto, infatti, è profondo il burrone nel quale era precipitato un bellissimo cane da caccia, a Grancia di Morino. Il proprietario si è a lungo arrovellato per tentare di recuperarlo, invano, finché,  nella mattinata di oggi, venerdì 9 dicembre, disperato, ha allertato i vigili del fuoco di Avezzano.

L’intervento dei Vigili è stato lungo e complesso, portato a termine con tecniche alpinistiche: gli operanti si sono calati lungo le pareti del burrone e hanno raggiunto il povero animale, ormai allo stremo delle forze, provato anche dall’immobilità prolungata e dalle rigide temperature notturne; la bestiola è stata assicurata a delle imbragature e recuperata. Il cane è approdato tra le braccia del felicissimo proprietario che, commosso, ha espresso viva gratitudine per i vigili del fuoco. Un’ulteriore prova degli eroi del quotidiano e dello straordinario, presenti in trincea in tutte le catastrofi e sui luoghi degli incidenti, come pure però pronti a intervenire nelle situazioni difficili più ordinarie e disparate, sempre in grado di portare, con la loro comprovata professionalità, quel calore umano che, prima di ogni attrezzatura o mezzo, dà sicurezza a tutti.

Il 1° dicembre, in occasione della festa di Santa Barbara, patrona del Corpo, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, oltre ad altre onorificenze, ha conferito alla Bandiera d’Istituto dei Vigili del Fuco una medaglia d’oro al Valor civile e due medaglie d’oro al Merito civile, assegnate rispettivamente per il soccorso alle popolazioni colpite dal terremoto in Centro Italia del 24 agosto 2016, per il soccorso alle persone coinvolte nell’incidente ferroviario avvenuto a Corato, in provincia di Bari, il 12 luglio, e per il recupero, sempre nel luglio scorso, dei corpi delle vittime del naufragio di un barcone carico di immigrati, il 18 aprile 2015 ad Augusta, Siracusa.

In apertura di cerimonia, il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha ringraziato il Corpo a nome degli italiani. “Grazie, prima che come ministro, come cittadino”, ha detto Alfano, “Grazie per quello che fate ogni giorno, e per come lo fate, con il cuore. I Vigili del Fuoco sono la spina dorsale del nostro sistema di protezione civile, un’eccellenza del nostro Paese nel mondo. Quest’anno più di ogni altro ha messo in luce la vostra straordinaria capacità operativa coniugata alla profonda solidarietà umana, che vi rende così amati dagli italiani”. Parole che tutti, indubbiamente, possiamo sottoscrivere.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top