Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Ambiente

Pnalm, orso marsicano rischia, ma sconfinamenti sono naturali


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

«L’orso marsicano rischia l’estinzione e dobbiamo fare tutto quanto è nelle nostre possibilità per evitare che questo accada». Lo ha afferma il direttore del parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise Dario Febbo, all’indomani dell’ennesima incursione in un centro abitato della Valle Peligna che ha portato l’orsa Peppina ad avere un incontro ravvicinato con un residente rimasto ferito alla testa dopo essere caduto mentre cercava di allontanarsi e che ha ricevuto 15 gironi di prognosi. «Dire che l’orso sta sconfinando in altri territori non è proprio esatto – tiene a precisare Febbo – fino a qualche anno fa l’areale era molto più ampio e questi movimenti dal territorio del Parco verso La Maiella, il Sirente e i monti Simbruini ci sono sempre stati, almeno negli ultimi 50 anni. Tre le direttrici dove si spostano, però, solo alcuni esemplari». Attualmente sarebbero 5 o 6 i ‘plantigradi che si avventurano in altri areali diversi da quelli del Pnalm . L’ultimo censimento fatto dal Pnalm parla di una popolazione tra le 50 e 60 unità con una mortalità piuttosto costante. Ogni 10 anni ne muoiono circa 25 per cause naturali e antropiche (incidenti stradali, avvelenamenti e bracconaggio). L’ultimo decesso è avvenuto una quindicina di giorni fa quando la carcassa di un piccolo orsacchiotto è stata rinvenuta in località Settefrati nel versante laziale del Pnalm. Non sono ancora note le cause del decesso: si è ancora in attesa dell’esito degli esami. In tutto sono solo 5 gli esemplari dotati di un radio collare che consente al personale del Parco di monitorare costantemente i loro spostamenti. Fino a qualche tempo fa ne erano sei. Manca l’orsa Gemma, per la quale alcuni cittadini di Scanno hanno chiesto la cittadinanza onoraria; collare che le guardie del Parco hanno ritrovato su un albero qualche tempo fa.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top