Abruzzo

Piste da sci, si scia “artificialmente”

È arrivato il freddo, la grande nevicata invece si fa attendere. Per ora occorre accontentarsi di qualche “spruzzata” sulle cime più alte e soprattutto di quel che passano i cannoni (neve artificiale). Quanto basta per vedere aumentare ora dopo ora il numero degli impianti di sci aperti. E soprattutto far trasparire un po’ di ottimismo per quanto riguarda l’afflusso turistico di Capodanno. La stagione invernale ha ufficialmente preso il via e le soddisfacenti presenze di questi giorni lo dimostrano, ma questo non basta perché già si pensa al periodo successivo alle feste. L’apertura degli impianti alla vigilia di Natale è stata possibile grazie all’abbassamento delle temperature, che ha permesso ai cannoni sparaneve di entrare in funzione, e grazie al fondo naturale che si è formato dopo le nevicate di metà dicembre. L’obiettivo era di anticipare una parte di località sciistiche del Nord ed è stato in parte centrato. A Roccaraso sono aperte le seggiovie Macchione, Pallottieri e Manovia, oltre al Campo scuola di Pizzalto. Pienone anche a Ovindoli dove sono in funzione la seggiovia Montefreddo con pista Panoramica, tapis roulant arrivo telecabina per campo scuola e telecabina per arroccamento. A Campo Felice, dove si è a lungo lavorato per estendere ulteriormente la pista del Leone, la rossa già in passato interessata da lavori di rinnovamento, c’è l’apertura del tappeto, della seggiovia, della pista Scorpione e della seggiovia Brecciara per l’arroccamento. A Natale discreta affluenza sulle piste, con 600-700 persone, aumentate ieri a un migliaio.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top