Politica

Pista ciclabile e pedonalizzazione, incontro in Comune con una delegazione di commercianti

Avezzano. Incontro in Comune tra amministrazione e commercianti, sul piede di guerra per le scelte maturate a Palazzo di Città sul destino del centro cittadino, scelte che avevano provocato la levata di scudi da parte degli esercenti.

«L’amministrazione comunale non vuole danneggiare nessuno, vuole solo rilanciare il centro della città – scrive in un comunicato lo staff del Sindaco, riportando la dichiarazione del primo cittadino –  Si tratta di scelte importanti, non fatte a cuor leggero, il commercio occupa 3mila addetti e io stesso da 28 anni mi occupo di commercio». È stato un momento di costruttivo confronto quello tra una delegazione di commercianti del centro della città, alcuni residenti e il sindaco Gabriele De Angelis, affiancato da una parte di giunta e consiglieri, ieri pomeriggio, in Comune, incentrato sul progetto della nuova pista ciclabile e della pedonalizzazione della parte alta di piazza Risorgimento, su via Corradini.

Il primo cittadino continua: «Il percorso verso Avezzano Città – giardino mira a rivitalizzare il cuore della città perché il centro, così com’è oggi, rischia di peggiorare solamente. Con la chiusura delle scuole Corradini Fermi e il rischio ancora presente di una chiusura per il tribunale, si potrebbe arrivare a un collasso finale. Avezzano ha perso l’identità che aveva quando la piazza principale era punto di aggregazione e ritrovo, vogliamo ridargli una prospettiva. Con la riqualificazione delle piazze, una costante cura del verde pubblico, siamo convinti che in un arco di tempo ragionevole ci sarà la svolta. Sulla pista ciclabile che stiamo per proporre alla città, so che per la prima parte di progetto Sicura 2, l’Università ha lavorato con tutte le scuole. I genitori sono stati informati e sensibilizzati sull’importanza della mobilità sostenibile. La pista ha un impatto leggero, se non dovesse funzionare potremo sempre apportare degli aggiustamenti dopo un primo periodo di sperimentazione».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top